Connect with us

Breaking news

COVID-19 / Nelle Marche 88 dimessi e guariti in più, ora sono 4.147

AlCarlo Urbaniper il ventottesimo giorno consecutivo nessun ricoverato nelle aree semi intensive

 

ANCONA, 26  maggio 2020 – Aggiornamenti dal Gores sulla situazione coronavirus.

Cresce ancora  il numero dei dimessi e dei guariti nelle Marche: dai 4.059 di ieri ai 4.147 di oggi, 88 in più rispetto ai dati comunicati 24 ore fa dal Gores.

Leggero calo per i ricoverati totali marchigiani, da 108 a 107.

Stabile (13)  il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva.

Leggero incremento (da 11 a 12) per i ricoverati marchigiani nelle aree semi intensive: 7 a Torrette e 5 a Camerino.

La provincia di Ancona

In provincia di Ancona sono 4 i ricoverati in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri) a Torrette, 0 all’Inrca (stabile), 1 a Jesi (stabile rispetto a ieri) e Senigallia 0 ricoverati (stabile).

Nei reparti di semi intensiva Senigallia stabile con zero ricoverati, calano da 11 a 7.

Al “Carlo Urbani” di Jesi per il ventottesimo giorno consecutivo nessun ricoverato nelle aree semi intensive.

Nei reparti non intensivi 2 pazienti a Jesi (stabile ), zero a Senigallia (stabile rispetto a ieri) e 2 a Torrette (+1 rispetto a ieri).

Per il quinto giorno consecutivo 0 i pazienti ricoverati all’Inrca di Ancona.

Degenze post critiche: a Torrette ancora zero ricoverati (ottavo giorno consecutivo),  Chiaravalle 16 pazienti (stabile).  Stabili a 6 gli ospiti in strutture territoriali a Chiaravalle.

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.