Connect with us

Breaking news

COVID / Stop alle discoteche, da domani si chiude

Stretta del Governo con l’alt alle deroghe delle Regioni, attenzione da tenere alta: inoltre mascherine dalle 18 alle 6 nei luoghi pubblici


ROMA, 16 agosto 2020 – Stop alle deroghe delle Regioni: le discoteche dovranno chiudere a partire da domani 17 agosto  attività sospese sia al chiuso che all’aperto, almeno sino al 7 settembre.

E sarà riconosciuto un sostegno economico alle attività costrette allo stop. È quanto deciso dal Governo dopo il confronto in videoconferenza, durato oltre due ore, tra i ministri Francesco Boccia, Roberto Speranza e Stefano Patuanelli e i presidenti delle Regioni.

Risale a pochi giorni fa l’ordinanza del presidente della Regione che confermava la riapertura. Tutto bloccato, adesso.

Inoltre, dalle 18 alle 6 del mattino mascherine nei luoghi e locali aperti al pubblico e nei luoghi in cui è più facile che si creino assembramenti.

Lo prevede un’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine del confronto con i governatori.

«Diamo un segnale al Paese che bisogna tenere alta l’attenzione», ha detto.

«Non possiamo vanificare i sacrifici fatti nei mesi passati. La nostra priorità deve essere riaprire le scuole a settembre in piena sicurezza».

«Il danno atteso dalla chiusura delle discoteche è grosso ma non vedo alternative, serve maggiore attenzione per evitare di tornare ai dati di marzo».

Lo ha affermato il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, nel corso della riunione con i governatori.

«Faremo il possibile – ha aggiunto – per dare un sostegno economico alle attività che avranno delle perdite, trovando delle poste di ristoro specifiche anche nel dl agosto».

A rischio ci sono, infatti, 4 miliardi di euro per il settore, a tanto ammonterebbe il fatturato annuo.

Il ministro Boccia ha sottolineato come  «restiamo uno dei Paesi più sicuri al mondo per la sicurezza sanitaria; questa condizione non è casuale ma figlia dei sacrifici che abbiamo fatto e che vanno difesi. Ora è il momento di andare avanti ma limitando al massimo le attività che presuppongono contatti fisici e assembramenti incontrollabili. Utilizziamo il passaggio parlamentare del Dl agosto per ristorare le attività che subiranno perdite».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   
La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.