Connect with us

Marche news

EARTH DAY / Le Marche crescono nella differenziata

Sfiorato il 72% nel 2020, ma secondo Legambiente non è sufficiente: «Giù le mani dal piano regionale rifiuti, siamo in ritardo con altri obiettivi strategici»

ANCONA, 22 aprile 2021 – Le Marche hanno festeggiano la Giornata Mondiale della Terra, oggi, con un grande risultato. Nel 2020 la regione sfiora il 72% di raccolta differenziata raggiungendo il 71,84% di rifiuti sottratti alla discarica.

Scende a 499 kg/ab la produzione pro capite di rifiuti, toccando i 441 kg nella Provincia di Fermo. Questi gli incoraggianti dati riportati nel decreto 81 del 16 aprile scorso della Regione Marche, che riporta l’andamento della raccolta differenziata dei Comuni ai fini dell’applicazione del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi per l’annualità 2021.

Se sul fronte raccolta differenziata le Marche procedono spedite nel raggiungere quanto previsto dal Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti, gli altri obiettivi previsti sono ampiamente disattesi. Passaggio alla tariffazione puntuale, realizzazione degli impianti per la gestione dei materiali raccolti, prevenzione della produzione dei rifiuti sono i passi urgenti da compiere nelle Marche e che sono già previsti dalla legge regionale.

«L’economia circolare corre spedita grazie al forte impulso della Comunità Europea, ai nuovi e stringenti obiettivi del conferimento in discarica del 10% dei rifiuti urbani prodotti, alla necessità di creare nuove opportunità di lavoro e di rispondere con urgenza ai cambiamenti climatici – dichiara Marco Ciarulli, direttore di Legambiente Marche -. A questa corsa verso l’innovazione e l’uscita dalla crisi appesantita dalla pandemia, le Marche procedono ancora con il freno a mano tirato. Eccellente il risultato di raccolta differenziata raggiunto nel 2020 ma ormai non è più sufficiente. Mancano alcuni tasselli fondamentali per permettere a questa regione di compiere il passo decisivo verso l’economia circolare. Se infatti grazie alla raccolta differenziata porta a porta negli ultimi anni come marchigiani siamo stati capaci di ridurre i conferimenti in discarica del 30% (dati Arpa Marche), dando nuova vita ai rifiuti attraverso la via del riciclo, l’assenza di politiche legate alla prevenzione della produzione di rifiuti ha rallentato il percorso virtuoso intrapreso».

«Inoltre, senza realizzare gli impianti per la gestione dei rifiuti raccolti, come ad esempio quelli per la frazione organica con impianti misti di digestione anaerobica e compostaggio, senza applicare la tariffazione puntuale e l’estensione della raccolta differenziata porta a porta su tutto il territorio regionale sarà molto difficile praticare fino in fondo l’economia circolare in questa regione – aggiunge Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche –. Per questo riteniamo che la Regione Marche non debba rimettere mano al piano regionale dei rifiuti che già prevede le azioni che ad oggi mancano in questo territorio ma piuttosto chiediamo che venga discussa e approvata prima possibile una legge sull’economia circolare sul modello di quanto fatto dalla Regione Emilia Romagna. Rimettere mano oggi al Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti significherebbe perdere ulteriore tempo prezioso e non focalizzarsi sugli importanti obiettivi ormai chiari e segnati, dalla legge regionale e dai tempi, con il rischio di aprire a vecchi modelli di gestione dei rifiuti che annullerebbero il percorso virtuoso di tanti cittadini e amministratori. Le Marche non hanno bisogno di cambiare strada, ma soltanto di aggiustare il percorso intrapreso».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Bassa Vallesina7 ore fa

Falconara / In compagnia di una minorenne si infuria alla richiesta dei documenti

Un trentenne di origine straniera che era con una donna fermato alla stazione ferroviaria e denunciato di Gianluca Fenucci Falconara,...

Cronaca8 ore fa

Jesi / Ospedale, Ortopedia e Traumatologia eccellenze nazionali

Al terzo posto in Italia negli ultimi anni per la più alta percentuale di fratture di femore, nel paziente over...

Cronaca8 ore fa

Jesi / Comunità islamica alla Casa di riposo l’integrazione attraverso la relazione

Festa per gli anziani organizzata dal Centro islamico Al Huda in collaborazione con il Comune e l’Asp 9, clima conviviale e di curiosità...

Marche news9 ore fa

Covid-19 / Nelle Marche 3 decessi e 1.353 nuovi casi positivi

Cresce per il diciottesimo giorno consecutivo l’incidenza di Redazione Ancona, 6 ottobre 2022 – Nelle Marche confermata la positività di...

Attualità10 ore fa

Cupramontana / Carri, errore nel calcolo: Dumbo Elefante Svinazzante il vincitore

Dalla pagina della Sagra dell’Uva: «Erano stati omessi i voti relativi al Premio Morichelli», Badia Colli slitta in seconda posizione,...

Attualità10 ore fa

Cingoli / In 6.000 a far festa al “Pollo Arrosto Day” di Fileni

La seconda edizione ha superato i numeri del 2021, evento che ha rinsaldato il legame con il territorio e con la...

Cronaca11 ore fa

Jesi / Commissariato, apertura straordinaria dell’Ufficio Passaporti 

Le istanze relative al rilascio potranno essere presentate nelle giornate di domenica 16 e domenica 30 ottobre, dalle ore 8.30...

Attualità12 ore fa

Cingoli / “Varnelli”, l’accoglienza passa per la Domus San Bonfilio – FOTO

L’esperienza si è rivelata un successo in quanto ha permesso di declinare il concetto di cura Cingoli, 6 ottobre 2022...

Alta Vallesina13 ore fa

Cerreto D’Esi / Variazioni al bilancio, la replica dell’amministrazione

Dopo la presa di posizione del gruppo di minoranza Cerreto D’Esi Bene Comune, l’amministrazione replica Cerreto D’Esi, 6 ottobre 2022...

Alta Vallesina14 ore fa

Fabriano / Pinacoteca “Molajoli”, gli appuntamenti di ottobre

Uno dei luogi della cultura fabrianese prepara un ottobre pensato per tutti gli appassionati d’arte di Redazione Fabriano, 6 ottobre...

Meteo Marche