Connect with us
TESTATA -

Breaking news

EMERGENZA / La quarantena accentua i rischi di soprusi tra le mura domestiche

La Giunta regionale invita le donne vittime di violenza a chiedere aiuto, l’assessora Manuele Bora: «Questo periodo rischia di metterle ancora di più in pericolo»

ANCONA, 7 aprile 2020 – «Fatevi aiutare». È l’appello che l’assessora alle Pari opportunità, Manuela Bora, rivolge alle donne maltrattate all’interno delle mura domestiche, in questi giorni segnati dal distanziamento sociale per contrastare la diffusione del Coronavirus.

Manuela Bora

Un invito rivolto a nome della Giunta regionale, «per non mettere a rischio la vostra vita e quella dei vostri figli».

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo, in queste settimane, si congiunge all’appello dell’assessora perchè «non sta fermando la violenza sulle donne. Anzi, questo periodo di quarantena, che confina le donne dentro le mura domestiche, tutto il giorno, tutti i giorni, con gli uomini violenti, rischia di metterle ancora di più in pericolo, come confermano recenti fatti di cronaca. Rivolgetevi ai nostri centri antiviolenza o chiamate il numero 1522, in un momento in cui siete sole o, magari quando uscite per fare la spesa».

Manuela Bora ricorda che «i nostri centri antiviolenza sono sempre operativi. Colgo questa occasione per ringraziare le operatrici e gli operatori che, proprio in questi giorni, stanno veramente dando il massimo per aiutare le donne in difficoltà. Insieme ce la faremo».

I numeri dei centri antiviolenza delle Marche: Pesaro 0721 63 90 14Ancona Numero Verde 800 032 810Macerata 0733 199 01 33 Fermo Numero Verde 800 21 58 09Ascoli Piceno 370 374 80 53.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi