Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / 167.000 EURO PER IL RECUPERO DELL’ABBAZIA DI SAN BIAGIO IN CAPRILE

Oltre l’abbazia due ulteriori progetti per puntare sul territorio

 

FABRIANO, 11 aprile 2019 – 167 mila euro per il recupero della storica abbazia (in frazione Campodonico), fondata intorno al 1030 dai Conti di Nocera e di Gualdo che in quel periodo governavano la valle di Salmaregia.

Un progetto di recupero, 150.000 euro di fondi PIL (progetto integrato locale, promosso tramite bando dal GAL Colli Esino – San Vicino) a disposizione di enti locali e cofinanziamento da parte del comune per la cifra restante di 17.000 euro.

I fondi – una volta approvato il progetto – da Ri-Crea Paesaggi e civiltà del fare”.

“I lavori consisteranno nella risoluzione di alcuni problemi che la struttura si porta dietro da diversi anni – spiega l’Assessore ai lavori pubblici Cristiano Pascucci – da affrontare infiltrazioni d’acqua all’interno di alcune stanze e copertura da sistemare e completare. Ci sono l’impianto idrico e di riscaldamento da ripristinare, senza dimenticare una sistemazione esterna da ripristinare”.

Il complesso sarà riaperto con la finalità di ospitare progetti e corsi sulla silvicoltura e recupero di vecchi mestieri. “Senza dimenticare la foresteria, che sarà rifunzionalizzata e che potrà ospitare pellegrini e turisti”.

Già diverse le manifestazioni di interesse di alcuni privati per prendere in gestione la struttura (con affitto della stessa da pagare al Comune), previa approvazione del progetto e successive opere di recupero. Manifestazione propedeutica per poter prendere parte al bando

Previsti altri due interventi: riqualificazione le mercato coperto che sarà destinato alle tipicità gastronomiche (riorganizzazione interna di spazi e servizi) ed il potenziamento dello IAT (previsto all’interno del corridoio di collegamento del palazzo del podestà verso la sala grande) attraverso la creazione di una “vetrina” per aziende e prodotti locali, quindi nuove strutture e mobilio all’interno delle stanze presenti. Intervento che porterà anche all’allestimento di contenuti multimediali.

Sassoferrato si farà carico della produzione dei contenuti multimediali. “Possiamo dire che la città sentinate si occuperà del software, per così dire, ma sarà un progetto che porterà alla produzione di contenuti multimediali e strategie di marketing per chi parteciperà al progetto progetto del GAL. Noi interverremmo con le strumentazioni per permettere l’utilizzo di questi strumenti multimedali”.

Spesa prevista per il mercato coperto 40.000 euro (32.000 fondi PIL, la quota restante cofinanziamento comunale) e 70.000 per il potenziamento dello IAT (38mila fondi PIL e 32mila fondi comunali).

“In caso di ammissione al finanziamento – conclude l’assessore Pascucci – si provvederà alla variazione del piano delle opere pubbliche 2019/2021 per l’anno attualmente in corso. Con l’ammissione al finanziamento ci sarà una variazione al bilancio per l’anno 2019 di 57.000 euro per i tre interventi previsti”

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

Granpanda 03-04-20


Meteo Marche