Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / AL TEATRO ARRIVA LA DANZA CON “DE RERUM NATURA”

Nuovo appuntamento con la stagione di prosa

 

FABRIANO, 18 novembre 2018 – La stagione di prosa del teatro “Gentile” fa rima con “danza”, e questo pomeriggio (a partire dalle ore 17) “De Rerum natura” di Nicola Galli per la Compagnia Junior Balletto di Toscana. Nicola Galli – artista di grande talento in prepotente ascesa – sviluppa la sua coreografia a partire dal “De rerum natura” di Lucrezio, poema filosofico in cui l’autore indaga la natura delle cose, l’unione e la disunione degli atomi, la vastità dello spazio, la nascita dell’intelletto e dell’animo umano.

Il poema latino, sorta di enciclopedia che illumina la “materia oscura”, opera dedicata all’unione e alla disunione degli atomi, alla vastità dello spazio, allo sviluppo temporale, alla nascita, al declino, all’intelletto e all’anima dell’uomo. Intreccio di fenomeni naturali per raccontare l’infinita mutazione del mondo e la ciclica rigenerazione.

Questa immagine di eterno movimento alimenta nella creazione coreografica il desiderio di muoversi di sei corpi. I corpi si uniscono in una composizione scenica nella quale la costruzione, la distribuzione degli elementi, il rapporto di correlazione e interdipendenza formano un complesso organico e respirante. Ed è proprio qui che il coreografo ferrarese traduce lo scritto del filosofo latino in danza, con i corpi dei 6 ballerini sulle assi del palco assoluti protagonisti.

Ma l’esperienza del Nuovo Balletto di Toscana non si limiterà al solo spettacolo di oggi pomeriggio, perché la compagnia ha tenuto in città anche una masterclass gratuita per gli allievi delle scuole di danza delle città, un’occasione preziosa di formazione per quanti praticano e amano la danza nelle sue diverse espressioni.

Nel frattempo scatta il conto alla rovescia in vista del prossimo appuntamento con Alessandro Preziosi nei panni di Vincent Van Gogh, in manicomio, nell’omonimo spettacolo diretto da Alessandro Maggi al Gentile il 20 dicembre. La pièce è una sorta di thriller psicologico attorno al tema della creatività artistica che lascia lo spettatore con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.