Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / CNA: “NEL 2019 AUMENTA IL REDDITO DISPONIBILE DEI FABRIANESI”

La CNA punta ad ottenere la completa detrazione dell’IMU sugli immobili che farebbe recuperare ulteriori 2,6% di reddito

 

Luca Baldini

FABRIANO, 28 settembre 2019 – Secondo l’annuale analisi del Centro Studi della CNA Nazionale nella città della carta l’insieme delle tasse a carico delle imprese, si registra in costante calo dal 2012 ad oggi, ovvero dal 62,4% al 57,4% ma con un ulteriore miglioramento possibile adottando la miniIRES (56,5%) e IMU deducibile al 100% (56,1%).

Di converso, su un’azienda tipo con reddito d’impresa di 50000,00 euro, il reddito disponibile aumenta dai 18.800 euro del 2012 ad oggi, fino a sfiorare i 22.000 euro nel 2019 se fossero adottate le misure suddette.

L’incidenza delle imposte comunali si assesta e conferma al 9.1% sul totale da oltre 5 anni, mentre quelle regionali sono in debole, ma costante calo, a tal punto rispetto al 16,1% del 2011, oggi segna appena il 6,9% (6,8% con IMU 100%). L’incidenza dell’Erario e IVS (contributi INPS ed altro in busta paga) cala nel 2019 dal 42,3% al 41,5%, tuttavia la completa deducibilità dell’IMU sugli immobili strumentali potrebbe generare un ulteriore contrazione al 40,2%.

“Considerando l’insieme delle tasse alle quali sono sottoposte le aziende locali, si può vedere come il tax free day spiega Luca Baldini, responsabile sindacale territoriale CNA tra Jesi e Fabriano –  ovvero il giorno nel quale le aziende fabrianesi si liberano dalle tasse e hanno completato il pagamento delle stesse in tutte le loro forme e fonti nazionali e locali, sia stato lo scorso 27 luglio, stesso giorno di Jesi e molto prima della maglia nera provinciale, che risulta essere per l’ennesima volta Falconara. Da quel giorno in poi gli imprenditori locali hanno iniziato a guadagnare per loro stessi, potendo incamerare le risorse prodotte dal loro lavoro per il sostentamento necessario ed eventuali investimenti in azienda”.

“Va considerato che Fabriano – prosegue e conclude – è un territorio in cui vi è una massiccia presenza di costruzioni produttive che stanno vivendo un periodo difficile a causa della crisi che dal 2008 continua a mordere particolarmente questo territorio, ecco perché l’applicazione delle riforme promesse dal governo poterebbe un ulteriore miglioramento del reddito disponibile dei fabrianesi”.

(redazione)

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ferramenta Sarti - Castelplanio
Granpanda 03-04-20


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.