Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO ARRIVANO GLI SLOT MOB

“Non giocarti anche la vita”

 

FABRIANO, 19 maggio 2018 – Dopo Cerreto d’Esi e Sassoferrato gli Slot Mob arrivano anche nella città della carta. Atto di “rinuncia” alle slot machine legato al progetto di prevenzione del Gioco d’Azzardo Patologico “Tuttingioco”, e che ha visto scendere in campo scuole, associazionismo e la cittadinanza in modo più ampio possibile.

Un progetto nato dall’esigenza di mettere al centro i ragazzi, per istruirli e per renderli consapevoli. Affinché il “marketing dell’azzardo” e la penetrazione del fenomeno possano essere contrastate.

Musica, cartelloni, finti gratta e vinci e messaggi per ricordare che “Più giochi più perdi”.

In città giocati 21.4 milioni d’euro

Una media (considerando i 31.212 abitati al 2016) di 685 euro a persona.  A Sassoferrato, 7.177 abitanti, le giocate ammontano a 4.6 milioni di euro, 641 euro pro capite. A Genga, 1.781 abitanti, le giocate toccano quota 1.36 milioni di euro, 764 euro le giocate pro capite. A Cerreto d’Esi 3.736 abitanti e 1.29 milioni di euro, 344 euro pro capite. Senza dimenticare 291 apparecchi in funzione in bar e tabaccherie.

La mobilitazione per sensibilizzare la cittadinanza ha visto partecipare attivamente circa 1.000 ragazzi delle scuole del comprensorio , e che nella giornata di oggi ha visto la sua concretizzazione. Due i locali coinvolti: il Wooden Bar lungo corso della Repubblica ed il Bistrot l’Angoletto in piazza Quintino Sella.

Un momento di convivialità contro le slot machine, partito intorno le 9 di questa mattina e che ha visto i ragazzi protagonisti con opere collegate al pericolo del gioco d’azzardo. E poi giochi ed animazione per una giornata che ha messo al centro la prevenzione contro una dipendenza trasversale.

Un folto numero di studenti si è dato da fare questa mattina per ricordare i rischi del gioco, che può trasformarsi in patologia in situazioni di marginalità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi