Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / Dimissioni e tensione politica: le minoranze accusano

Ultimi giorni di grande tensione politica in città, l’amministrazione scricchiola e le minoranze chiedono le dimissioni

FABRIANO, 31 dicembre 2021 – Un fine 2021 ad alta tensione per la politica cittadina, che dopo le dimissioni del terzo consigliere di maggioranza vede le minoranze consiliari picchiare duro puntando il dito contro l’amministrazione Santarelli.

Duro il consigliere di Forza Italia Olindo Stroppa, che parte dalle dimissioni di Guido Passari per attaccare sindaco Santarelli e maggioranza pentastellata. «Spero che sia la fine di questa lunga agonia amministrativa – affonda subito Stroppa – che tanti danni sta provocando alla città. Il capitano di questa nave armai da mesi alla deriva è rimasto solo. Le ultime giornate del 2021 verranno ricordate per le improvvise dimissioni di tre dipendenti comunali, le sconfitte in due sentenze del TAR ed ora le dimissioni di un terzo consigliere dopo quelle di due assessori. Ormai il capitano di questa nave alla deriva che sta provocando danni alla città è rimasto solo, la colpa sicuramente non è di chi c’era prima o di bambini capricciosi che sbattono i piedi. Abbiamo toccato il fondo, per dignità vengano prese le giuste decisioni i cittadini lo stanno chiedendo ad alta voce».

Andreoli immobiliare 01-07-20

C’è poi anche l’affondo del consigliere Andrea Giombi, anche per lui necessarie le dimissioni dell’Amministrazione. «Prima le dimissioni dell’Assessore Bolzonetti poi quelle dell’Assessore Pascucci – ricorda e sottolinea Giombi – poi quelle della Consigliera Marinucci e quelle del capogruppo Giordano. Ieri quelle del Consigliere Passari. Questa Amministrazione dovrebbe rimetterebbe il proprio mandato per il bene di Fabriano».

Ultimo ad affondare il commissario fabrianese del Partito Democratico Angelo Cola, «Si chiude l’anno nel più completo e manifesto caos politico e amministrativo. La Giunta Santarelli ha raggiunto il traguardo storico della completa nullità ed inefficienza. Nessun Sindaco storicamente ha mai raggiunto e realizzato un così cospicuo “traguardo di fallimenti”. Se Santarelli credesse veramente a quello che fa e dice – accusadovrebbe avere il coraggio di ricandidarsi e sottoporsi al giudizio dei cittadini, cosa che ovviamente non farà».

«La Giunta e la maggioranza grillina al comune di Fabriano non esiste più – conclude Cola – chiediamo che il Sindaco ne prenda atto e in un sussulto di dignità si dimetta. Chiediamo agli organi competenti di vigilare sulla situazione amministrativa creatasi nella città e nei suoi organi istituzionali. Invitiamo Santarelli a non assumere ulteriori atti lesivi delle finanze comunali, danneggiare ulteriormente il patrimonio pubblico e predeterminare decisioni amministrative che si ripercuoteranno in futuro. In tal senso ci impegniamo in sede di Corte dei Conti a sollevare quesiti di legittimità e responsabilità per causato danno e sperpero di denaro pubblico».

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi