Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / Frazioni in abbandono, il Pd: «Non sono cittadini di serie B»

Da Collamato a Bastia è un proliferare di proteste, residenti pronti ad acquistare i giochi per le aree verdi

 

FABRIANO, 4 agosto 2020 – «Le frazioni necessitano di attenzione, bisogna fare di più». La voce del Partito democratico torna di nuovo su un argomento particolarmente “caldo”, il degrado in cui versano le frazioni fabrianesi.

Il segretario democrat Francesco Ducoli qualche giorno fa è andato a Collamato, su invito di alcuni residenti per farsi spiegare alcuni problemi del posto. «Innanzi tutto mi è stata sottoposta la questione dei giochi per bimbi di fronte alla vecchia scuola. I residenti si sono resi disponibili all’acquisto in autonomia di nuove strutture, chiedendo però che sia il Comune a provvedere all’installazione per ovvie questioni di sicurezza».

Solo che, sostiene il portavoce del Pd, «la situazione da gennaio ad oggi è rimasta bloccata e speriamo si possa intervenire al più presto».

E aggiunge: «Inoltre, lungo la “via del borgo” e piazzetta sotto il castello esistono serie questioni di sicurezza: dagli alberi non curati (alcuni secchi e a pericolo caduta) ai muri di contenimento che presentano lesioni strutturali importanti, le richieste di intervento sono andate deserte. Eppure Collamato è una frazione popolosa, vitale, bella, in cui i residenti si impegnano quotidianamente per renderla accogliente e vivibile. Non c’è polemica, se un qualche Sindaco volesse per forza trovarne, ma una seria richiesta di intervento, per sistemare piccoli problemi che darebbero un grande beneficio a questa collettività. E forse sarebbe il caso di sistemare anche le coperture del cimitero».

In realtà Collamato è la punta di un iceberg. Altri borghi di prossimità chiedono interventi, sottolinea Ducoli: «Tante promesse in campagna elettorale sulle frazioni, ma, ad oggi, dopo tre anni, non ci sembra si sia data alcuna risposta alle richieste e difficoltà dei cittadini che abitano quei luoghi. Sono stato contattato da alcuni residenti della zona di Bastia, Viacce, Rucce, Marenella che mi hanno sottoposto una serie di criticità sia riguardo alla condizione delle strade, sia dell’illuminazione pubblica».

Una dettagliata mappatura che l’esponente democrat sciorina con tutte le sue problematiche: «Alcune situazioni versano in stato di totale abbandono. Basti guardare le condizioni della strada che da Bastia porta a Vallina, oppure le condizioni delle lanterne, in parte divelte, in parte in frantumi e che sono unica fonte di illuminazione della piazzetta di Bastia; alcune tubazioni dell’acqua addirittura allo scoperto, soggette alle intemperie e al variare delle temperature. Ma la cosa che più dà fastidio è il fatto che le segnalazioni al Comune si sono susseguite addirittura da gennaio. Ad oggi permane la situazione, immutata. Dove sono finiti i proclami e le promesse elettorali? Dove è l’attenzione per frazioni che esprimono non uno ma ben due consiglieri comunali? Quanto può costare intervenire per risolvere dei piccoli problemi per l’amministrazione, ma grandi per le comunità che da mesi si trovano in una situazione di disagio?»

La conclusione è sempre la stessa: «Un piccolo sforzo egregio Sindaco, i soldi ci sono».

(red.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

fabriano4_frazioni fabriano3_frazioni fabriano2_frazioni fabriano2_collamato fabriano1_frazioni fabriano1_collamato frana francesco ducoli
<
>
Francesco Ducoli
Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.