Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / GIUDICE DI PACE, DIALOGO TRA SINDACO E MINISTRO BONAFEDE

FABRIANO, 7 maggio 2019 – Uffici del giudice di pace, incontro tra primo cittadino e Ministro Bonafede per capire le prospettive dei locali nei pressi di piazzale Matteotti.

L’incontro è avvenuto a margine dell’intervento del ministro pentastellato durante il congresso organizzato dall’Associazione Giuridica Carlo Galli “Giustizia è Libertà”.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Al centro della discussione tra Santarelli e Bonafede certamente la permanenza in città degli uffici che al momento ospitano 3 lavoratori, ma anche il percorso che porterà entro al 2021 ad una riforma che porterà ad un aumentato peso delle competenze degli uffici del Giudice di Pace assorbendo alcuni procedimenti che attualmente si svolgono proprio nei tribunali.

L’intenzione da parte dell’Amministrazione è quella di “Tenere duro” in vista del completamento della riforma, ma a determinate condizioni.

Dal punto di vista fabrianese ribatita la determinazione di voler mantenere un ufficio da diverso tempo al centro dalla discussione politica e non, con una trama che da tempo si sta cercando di tessere (leggi l’articolo).

“Sì, c’è stato un momento di incontro con il Ministro – conferma il Sindaco di Fabriano – al centro di tutto c’è stata la mia relazione per far capire la condizione dell’ufficio fabrianese e la nostra intenzione di tener duro fino al 2021. Ma vista l’assenza dei decreti attuativi ci sono alcune cose da dover valutare, come ad esempio una eventuale maggiore spesa per il mantenimento. Per ora sosteniamo una spesa per tre persone, ma se la riforma dovesse andare effettivamente in porto aumentando le competenze, che richieste ci verranno fatte?”.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.