Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / I RIGORI E LE STORIE CHE CAMBIANO LA VITA: VENERDÌ A TEATRO FEDERICO BUFFA

Il destino, il caso, ed un rigore non dato per cambiare il corso di una vita e quella di tante altre raccontate da Federico Buffa.

 

FABRIANO, 18 dicembre 2019 – “Sliding doors”, realtà controfattuale, un fatto ipotizzato o immaginato diverso da quello noto alla storia. Cosa sarebbe successo se?

Questo il cuore dello spettacolo di Federico Buffa, celeberrimo narratore sportivo, storyteller e giornalista sportivo che venerdì 20 dicembre (21.30) al “Gentile” di Fabriano racconterà “Il rigore che non c’era” , scritto a quattro mani con il regista Marco Caronna.

Il destino, il caso, una decisione apparentemente sbagliata ed un rigore non dato per cambiare il corso di una vita e quella di tante altre raccontate dal giornalista milanese.

Storie di sport, storie di uomini raccontati dalla parte più “insolita”, costruendo con le parole immagini e ricordi storici come nel caso della vittoria (dell’allora Coppa Campioni) della Stella Rossa contro il Marsiglia nella finale di Bari nel 1991.  Ma anche decisioni epocali, come quella presa dalla Germania nazista di non procedere all’invasione di terra dell’Inghilterra.

Una decisione che non solo cambiò le sorti dei due paesi direttamente coinvolti nella battaglia d’Inghilterra, ma che determino un domino di ripercussioni a livello globale: Italia, Russia, Francia ed ovviamente Stati Uniti. E proprio in questa dinamica di “porte scorrevoli” della storia, Buffa ad immaginare l’ipotetica finale di coppa Italia delle colonie a Mogadiscio tra Somalia ed Eritrea nel 1960.

Calcio, sport, certamente, perché “Il Rigore che non c’era” è una riflessione sul destino: a un certo punto di una qualsiasi partita, un qualunque arbitro decide di fischiare un rigore, giusto o sbagliato, vero o falso. In quel momento, quello in cui la sorte ci mette davanti a un bivio, con una porta rossa o una porta nera da aprire per proseguire il cammino, cambia la vita di tutti. Ed è così che comincia il viaggio di Buffa, interrogandosi sul destino che avrebbe potuto essere diverso, tra esistenze e sliding doors.

Il “Rigore” si snoda con una caratteristica nuova per lo storyteller: non si tratta solo di storie a sfondo sportivo. Racconta, con leggerezza, di persone che hanno scelto, prima che l’arbitro fischiasse: di Garrincha e il Loco Housemann che svendono la loro vita scintillante a una bottiglia, di Mandela che decide di resistere 27 anni in carcere, di Billie Holiday che canta “Strange fruits” negli stati del sud, di Lebron James o di Colin Kaepernick che cantano della stessa cosa sui rispettivi campi da gioco.

L’appuntamento è per venerdì 20 dicembre alle ore 21.30, per una produzione International Music and Arts. Evento organizzato da Bonfilidesign. Info e biglietti 0732 3644 o biglietterie Amat e circuito online vivaticket. Biglietti dai 17 euro (loggione) ai 48.15 euro platea e palchi settore A.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi