Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / L’AUDACIA DELLA VECCHIA FALEGNAMERIA BATTE LA GLOBALIZZAZIONE

Idee originali per gioielli realizzati esclusivamente con Carta di Fabriano. Il passo successivo è ripristinare locali dismessi in centro per gli artigiani

 

 

FABRIANO, 18 marzo 2019 – Da circa cinque anni ha preso vita il laboratorio artigianale “Semplicemente CARTA” con cui Bruna, attraverso una pagina Facebook, propone gioielli, bomboniere e partecipazioni fatti da lei esclusivamente con carta Fabriano.

“L’artigianalità è una tradizione di famiglia” dice “mio nonno, mio zio e anche mio padre sono falegnami e io ho sempre collaborato con loro”. Negli ultimi tempi la scelta di fare qualcosa di diverso per far coincidere gli impegni lavorativi con quello a tempio pieno di mamma e il progetto di usare la vecchia falegnameria del nonno come nuovo laboratorio della carta. L’idea è nata quando un suo amico edicolante cercava dei gadget di Fabriano da mettere in vendita per i turisti che erano in visita durante la mostra “Da Giotto a Gentile”, poi nel tempo sono nate nuove collaborazioni fino a un laboratorio di cartapesta intrapreso con la scuola Mazzini di Fabriano, che sta preparando una sorpresa in occasione del meeting 2019 delle città creative Unesco.

“La globalizzazione e la tecnologia” continua Bruna “ci hanno fatto perdere il gusto del lavoro artigianale. Il mercato è spietato e le sue logiche economiche mettono a confronto manufatti artigianali con manufatti provenienti dal sud-est asiatico. Queste logiche hanno ucciso le produzioni artigianali e scoraggiato nuove progettualità”.

Lei invece crede che l’artigianalità possa salvare il nostro distretto in crisi: “Il tessuto artigianale tipico della nostra storia medioevale va assolutamente tutelato e rafforzato. Le piccole botteghe artigianali possono essere il futuro per tanti giovani creativi fabrianesi. Vedo nell’amministrazione comunale l’intenzione programmatica di valorizzare la potenzialità turistica della nostra città e mi sembra di ricordare anche nei programmi elettorali ci fosse un progetto per ripristinare vecchi locali in centro per donare spazi e visibilità anche a piccole realtà artigianali”.

Sono molti gli ostacoli da dover superare per chi come lei vuole tenere in piedi un’attività di questo tipo, soprattutto nell’infinita crisi economica e occupazionale che vive Fabriano, minata anche dai fattori ambientali. Ma Bruna crede fortemente che riportare in voga l’artigianato sia la via d’uscita.

Sara Marinucci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

Granpanda 03-04-20


Meteo Marche