Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / Le “spine” del commercio: la ricetta di Forza Italia

«Necessarie misure straordinarie che permettano alla città di essere di nuovo un punto di riferimento per gli investimenti»

 

FABRIANO, 23 gennaio 2020 – Dopo l’analisi del presidente di Confcommercio Mauro Bartolozzi (Non solo ristorazione, ma anche altri negozi e tante attività sono in fase di vendita, leggi l’articolo) arriva anche l’analisi di Forza Italia, che con il consigliere Comunale Olindo Stroppa e con il gruppo giovani propongono un ricetta per rivitalizzare il commercio cittadino.

La ricetta parte dall’analisi, e dalla recente chiusura di due ristoranti. «Due attività di ristorazione nella nostra città hanno chiuso – osservano –  purtroppo non sono i primi e questo dimostra che il tutto pieno del fine settimana non è sufficiente per l’economia, perché nella nostra città è venuto a mancare il giro d’affari legato alle attività industriali ed artigianali».

Perché? Per gli Azzurri due fattori: «Il drastico calo di attività industriali ed artigianali e secondo nuove abitudini alimentari che privilegiano pranzi rapidi ed economici. Da considerare anche che queste realtà si ripercuotono non solo sul settore della ristorazione ma  su tutto il settore commerciale, che rappresenta una delle maggiori fonti di occupazione del nostro territorio».

“I commercianti non sono un bancomat”

Questo il monito dei forzisti fabrianesi, con stilettate al governo nazionale ed amministrazione locale: «Con l’ultima legge di bilancio, è stata abolita la cedolare secca, ciò provocherà un aumento dei canoni di affitto, inoltre a livello comunale l’ultimo aumento delle tariffe TARI, sulle utenze non domestiche, ha contribuito ad aumentare la già alta pressione fiscale a carico delle attività produttive già provate dalla pesante crisi economica. Tutto questo si somma alla grave situazione  della perdita  dei principali servizi al cittadino come il tribunale, e il grave  smembramento dell’ospedale con la chiusura del centro nascite e del reparto pediatria. Tutto questo comporta anche una perdita di occupazione che va ad aggravare la già precaria situazione del territorio fabrianese».

Appello all’unità: «Collaborazione con tutti gli attori per mettere in campo  le possibili misure da adottare per rendere Fabriano di nuovo attrattiva, partendo da una riduzione dei tributi e una semplificazione della burocrazia locale. Forza Italia è in campo per raccogliere e sostenere proposte che consentano un rilancio dell’economia del territorio, adottando tutte le misure straordinarie che permettano a Fabriano di essere di nuovo un punto di riferimento per gli investimenti».

(redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.