Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / NUOVA RICHIESTA DI PROROGA PER IL PUNTO NASCITA, LA TENSIONE POLITICA NON SI ALLENTA

FABRIANO, 9 ottobre 2018 – Torna al centro della politica fabrianese e regionale il mantenimento del punto nascita dell’ospedale “Profili”, anche attraverso una nuova richiesta di prorogà per le attività.

Ad aprire le danze la Regione Marche che attraverso il Presidente Ceriscioli ribadisce che il punto nascita dell’ospedale di Fabriano è centrale, ma che il parere sulla chiusura o non spetta al Ministro della salute Giulia Grillo.

Il Governatore delle Marche Luca Ceriscioli

Ceriscioli ha inoltre ribadito che tutto l’ospedale è “Centrale per le aree interne ed è al centro di una strategia per il rilancio delle aree interne”. Ricorda il limite dei 500 parti (abbassato dai 1.000 originari) non superato dal punto nascita e la deroga, così come gli ultimi mesi di tensioni con il parere negativo romano dal comitato percorso nascita. “E’ mia intenzione fermare la procedura di chiusura – ribadisce – in attesa di una conferma da Roma stiamo garantendo i servizi e l’attivazione dei bandi: per noi, infatti, il punto nascita è importante come tutto l’Ospedale di Fabriano che si trova in un’area già colpita da crisi e dal sisma. Dobbiamo essere messi in grado di continuare l’impegno”.  Ora per Ceriscioli fondamentale la risposta del Ministro Grillo in merito, anche per quanto riguarda

Parole che seguono quelle del Presidente della Commissione Sanità Volpini che, entrando nel merito della questione del punto nascita sottolineato che al momento i pediatri per l’Ospedale “Profili” arrivano dal “Salesi” e non avviene il trasferimento da quello di Senigallia.

Anche Volpini ha sottolineato la centralità del parere del Minstro Grillo per evitare la chiusura del punto nascita fabrianese, e ricorda il primo rifiuto alla rischiesta di prororga, svelando che “Abbbiamo nuovamente presentato una nuova richiesta di proroga e siamo in attesa di risposta”.

La sorpresa del sindaco di Fabriano

Arriva tramite social la risposta del primo cittadino di Fabriano, che si dichiara sorpreso, soprattutto dalle dichiarazioni di Lupini.

“Dichirazioni che non fanno altro che perpetrare ciò che è stato fatto fino ad oggi addossando le colpe su un Ministro che non era ancora in carica nell’atto dell’espressione dell’ultimo parere espresso dal Comitato Percorso Nascita Nazionale e dimenticando che la soluzione del problema rimane in capo alla regione mediante l’assunzione del personale necessario. Chiedo però di poter avere visione del documento con il quale la richiesta è stata nuovamente inoltrata sperando di trovarvi degli elementi nuovi rispetto a quanto prodotto nell’istanza inviata e analizzata dal CPN nazionale a fine 2017”.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

>

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023