Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / ROBERTO GATTO MEETS DANIELE SEPE: QUESTA SERA TERZO LIVE DI FABRIJAZZ

Terzo live per il jazz estivo fabrianese

 

FABRIANO, 3 agosto 2018 – Roberto Gatto meets Daniele Sepe: il jazz dei grandi artisti raggiunge la città della carta per la terza serata dal vivo di FabriJazz. Il batterista romano si esibirà in quartetto insieme al sassofonista partenopeo, per una collaborazione decollata ufficialmente lo scorso anno. Il racconto di quello che succederà questa sera all’interno dei rinnovati giardini del Poio a partire dalle ore 21.30 (Info e Prenotazioni : al numero 0732 250658 Pinacoteca Molajoli oppure info@fabrianopromusica.it ) è affidato a Roberto Gatto.

La forma scelta per esibirsi sarà quella del quartetto. Insieme a Sepe e Gatto ecco Tommy De Paola al piano e Pierpaolo Ranieri  al basso. Un viaggio lungo la linea del tempo della musica improvvisata: afro americana ed europea, classicamente jazz, con incursioni nel rock e trasmigrazioni nella musica world. Una speciale attenzione è riservata al mondo evocato dai Weather Report.

Prima dello show alle 19.30 aperitivo organizzato dal relais Marchese del Grillo. Costo complessivo, aperitivo più live, 20 euro.

Com’è nato il progetto con il sassofonista Daniele Sepe?

Ci conoscevamo da tempo, ma stranamente non abbiamo mai suonato insieme. Ci conosciamo da 35 anni e non c’è mai stata occasione prima di poter condividere un palco o una situazione di questo tipo che stiamo portando avanti da diverso tempo.  Incontro in musica che doveva essere fatto, perché Daniel e è un musicista eclettico che ho sempre apprezzato ed in linea con il mio modo di vedere la musica.

Cosa si deve aspettare un appassionato che sarà domani sera ai giardini del poio, all’interno della Pinacoteca Molajoli di Fabriano?

Un live che spazierà dal jazz alla musica tradizionale. Dalla musica popolare alle avanguardie senza troppe limitazioni. Nessun ambito della musica verrà escluso. Ci sono cose che suonavo io, altre che suonava Daniele ed abbiamo deciso di unirle. A queste abbiamo aggiunto un gruppo molto valido con Tommy De Paola al piano e Pierpaolo Ranieri  al basso. Un repertorio che può cambiare anche all’ultimo momento: un mix vario che può prevedere anche Weather Report e Gato Barbieri e musica tradizionale svedese.

Un disco per “fissare” questa avventura con Daniele Sepe, lo possiamo considerare una probabilità o rimarrà un progetto solo live?

Ne abbiamo parlato spesso, l’unico problema è quello di trovare un buon momento per farlo. Sia io che Daniele siamo molto impegnati, tanti progetti così come anche gli altri musicisti che suonano con noi. È un progetto talmente divertente che deve essere registrato su disco nonostante le difficoltà nel trovare finestre comuni.

Più un disco da studio o live nelle vostre intenzioni?

Probabilmente all’interno di uno studio di registrazione per una tranquillità nel sapere di avere un suono sicuro e garantito. Anche live non sarebbe una brutta soluzione. Lasciamo una porta aperta.

Come siete entrati in contatto con Fabriano  Pro Musica che organizza la quinta edizione di FabriJazz?

Nella maniera più semplice possibile: attraverso l’organizzazione che entra in contatto con la nostra agenzia. Personalmente non credo di conoscere nessuno di Fabriano Pro Musica, ma mai dire mai. Ci hanno contattato ed abbiamo trovato un punto d’accordo per poter suonare a Fabriano. Io poi personalmente conosco bene la zona visto ho una casa a 15 chilometri dalla città della carta da anni. Conosco la scena jazz locale e più volte mi sono esibito nella vostra regione.

 

(saverio.spadavecchia@qdmnotizie.it)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.