Connect with us

Alta Vallesina

FABRIANO / SCONTRO IN CONSIGLIO, DAL BATTIBECCO ALLE CARTE BOLLATE

FABRIANO 19 febbraio 2019Nel giorno della discussione della tanto contestata mozione di sfiducia nei confronti della Presidente del Consiglio Comunale Giuseppina Tobaldi (leggi l’articolo), arriva un nuovo “colpo” da parte di Andrea Giombi: l’esposto nei confronti della Presidente e del segreteario comunale Vania Ceccarani.

“Intollerabile il mancato inserimento nel consiglio dello scorso 29 gennaio di una interepellanza (leggi l’articolo) adducendo che la risposta alla stessa era stata data tramite facebook – spiega il consigliere di Fabriano Progressista – per questo con l’avvocato Carella è stato depositato un esposto per chiedere di adottare provvedimenti, se ritenuti opportuni, in ragione di eventuali responsabiltà con la richiesta di eventuali notizie di reato presso la procura della Repubblica”.

Tensione alla stele quindi, con la giornata di oggi che vedrà anche la discussione del nuovo regolamento del consiglio comunale e del nuovo statuto (leggi l’articolo).

La replica della Tobaldi

A stretto giro di posta la risposta della Presidente, che tramite Facebook difende e contrattacca. Ricorda un post sul social network del Consigliere Giombi legato ad una dichiarazione del Sindaco (il primo cittadino difendeva la Tobaldi dall’accusa di essere antidemocratica collegata al mancato inserimento della tanto dibatutta mozione) ed osserva con durezza.

“Dopo una campagna di fango iniziata da un mese fa, e mai finita, merito un esposto alla Procura della Repubblica. Sono stanca. Sembrerà strano, ma ho una reputazione professionale da salvaguardare, sono un’insegnante e quindi pubblico ufficiale. Direi che la misura è davvero colma”.

Se queste sono le premesse, il consiglio di questo pomeriggio (ore 18, sala grande del palazzo del Podestà) sarà ad altissima tensione.

(s.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.