Connect with us

Cronaca

FABRIANO / Vertenza, Elica sospende il piano industriale

Notizie positive dalla videoconferenza organizzata dal Mise, i sindacati: «Ora bisogna non procedere ai licenziamenti», l’azienda: «Soddisfazione per l’esito dell’incontro»

FABRIANO, 30 giugno 2021 – Va rasserenandosi la complicatissima situazione creatasi a seguito della vertenza Elica scaturita dalla presentazione da parte dell’azienda, il 31 marzo scorso, del Piano strategico 2021 – 2023 con i suoi 409 esuberi (su 560 dipendenti) la chiusura dello stabilimento di Cerreto d’Esi, la delocalizzazione del 70 per cento delle produzioni di Fabriano, Cerreto d’Esi e Mergo.

Andreoli immobiliare 01-07-20

La nota congunta dei sindacati Fim, Fiom, Uilm, infatti, al termine dell’incontro tenutosi oggi in videoconferenza, organizzato dal Mise – Ministero dello sviluppo economico – con la presenza dell’azienda, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali e gli enti locali, sottolinea come «la dirigenza aziendale ha comunicato che da pochi giorni la Elica ha acquisito la società Dmc diventando così leader del settore dei motori per la cottura e si è dichiarata disponibile a sospendere il piano industriale precedentemente presentato, secondo cui si avrebbero oltre 400 esuberi».

La nota dei sindacati Fim, Fiom, Uilm

«Ci sarebbe quindi una disponibilità – spiega ancora la nota – a iniziare un confronto con le organizzazioni sindacali sulle produzioni che sarebbe possibile trattenere o portare in Italia.
Riteniamo positivo l’atteggiamento dell’azienda, ma ribadiamo che insieme alla disponibilità al ritiro del precedente piano industriale è necessario che l’azienda confermi l’impegno, come ha dichiarato all’incontro su nostra esplicita richiesta, di non procedere ai licenziamenti, rinunciando a qualsiasi azione unilaterale che metta in discussione posti di lavoro».


«È questo un primo risultato importante conquistato con le dure lotte dei lavoratori, benché rappresenti solo un punto di partenza per un negoziato. L’obiettivo sindacale sarà scongiurare i 400 licenziamenti e rilanciare le produzioni italiane; per questo motivo chiediamo di discutere di un nuovo piano industriale prima di qualsiasi discussione su eventuali strumenti di gestione delle eccedenze. Per farlo chiediamo anche il piano sostegno delle Istituzioni, non solo in termini di copertura di ammortizzatori sociali ma anche di politiche industriali di settore».


«In ogni caso Fim, Fiom e Uilm si sono dette disponibili a una discussione di merito ma restano pronte a riprendere immediatamente le azioni di lotta qualora Direzione di Elica dovesse riprendere la esecuzione di un piano industriale che giudichiamo inaccettabile sia per i lavoratori e sia per il territorio».

La nota di Elica Spa

Contemporaneamente anche l’azienda – presieduta da Francesco Casoli e guidata da Giulio Cocci con una piattaforma produttiva articolata in sette siti tra Italia, Polonia, Messico, India e Cina, con oltre 3.900 dipendenti – ha emesso un comunicato nel quale «Elica S.p.A. esprime soddisfazione per l’esito dell’incontro di oggi, organizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico, con le organizzazioni sindacali e gli enti locali. L’azienda ha dichiarato la propria disponibilità a dialogare con le parti sociali e le Istituzioni per rivedere il piano industriale presentato, affrontando la tematica su come mantenere le produzioni in Italia e riportarne altre dalla Polonia. In virtù di questo si è resa disponibile alla sospensione dell’esecuzione del piano stesso al fine di agevolare il confronto tra le parti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  
    

news

Attualità2 ore fa

Falconara / Padre Francesco diventa sacerdote nella sua città

Nella chiesa di Sant’Antonio dove è cresciuto ha celebrato la sua prima messa, dal 15 luglio farà ritorno in Polonia...

Alta Vallesina2 ore fa

Basket Serie B / Secondo colpo Ristopro: ecco Simone Centanni

Il realizzatore dorico sposa la causa fabrianese dopo aver trascorso l’ultimo quadriennio alla Luciana Mosconi Fabriano, 29 giugno 2022 –...

Breaking news3 ore fa

Covid-19 / Nelle Marche 1.938 positivi, l’incidenza sfiora 700

Nella nostra regione 2 decessi, in provincia di Ancona confermata la positività di 648 positivi Ancona, 29 giugno 2022 –...

Cronaca6 ore fa

Serra de’ Conti / Finisce con l’auto fuori strada, ragazza al pronto soccorso

L’incidente in un tratto dell’Arceviese, era stata fatta alzare in volo anche l’eliambulanza ma non ce n’è stato bisogno Serra...

Alta Vallesina7 ore fa

Fabriano / Maxi rissa, Chalet chiuso per 20 giorni

Indagini ancora in corso per individuare tutti i responsabili delle risse Fabriano, 29 giugno 2022 – Proseguono le indagini della...

Alta Vallesina7 ore fa

Fabriano / Il Festival del Disegno riparte da Milano

Partenza dal Castello Sforzesco il prossimo 10 settembre, in tutta Italia fino al 9 ottobre Fabriano, 29 giugno 2022 –...

Cronaca7 ore fa

Jesi / Anffas: «Buon lavoro al sindaco Lorenzo Fiordelmondo»

L’associazione ha preso atto che il tema dei servizi sociali è stato oggetto di attenzione: disponibilità a collaborare Jesi, 29...

Cingoli7 ore fa

Cingoli / “Borghi Aperti”, una domenica tra arte e storia

Il 3 luglio: il Comune in collaborazione con la Pro Loco, il Travelearn Marche Cingoli e Noi Marche: prenotazione obbligatoria...

Alta Vallesina9 ore fa

Basket Femminile A2 / La Halley conferma Benedetta Gramaccioni

«Sono molto contenta di rimanere a Matelica, la società è ambiziosa e io mi sento come a casa», queste le...

Alta Vallesina11 ore fa

Fabriano / Whirlpool, ceduti asset alla turca Arçelik

Le sigle sindacali chiedono un vertice urgente al Mise per cercare di chiarire il futuro della multinazionale in Italia Fabriano,...

Meteo Marche