Connect with us

Attualità

FALCONARA / Giornata contro l’epilessia, il Centro Pergoli si illumina di viola

L’iniziativa, promossa dall’Amce, è volta a sensibilizzare la popolazione sui pregiudizi e sullo stigma ancora presenti nonostante i progressi scientifici e sociali

FALCONARA, 8 febbraio 2021 – Anche il Comune di Falconara aderisce alla Giornata internazionale contro l’epilessia e oggi, lunedì 8 febbraio, illuminerà di viola il Centro Pergoli di Piazza Mazzini.

La richiesta di adesione è arrivata dall’Associazione marchigiana per la lotta contro l’epilessia (Amce) che a livello regionale ha promosso l’iniziativa, «volta a sensibilizzare la popolazione sui pregiudizi e sullo stigma ancora presenti riguardo a questa malattia nonostante i progressi scientifici e sociali – scrive l’associazione –. L’epilessia è un insieme di condizioni morbose che interessa l’8 per mille degli abitanti nelle nazioni sviluppate europee e del Nord America. Le fasce di età di insorgenza più a rischio sono la prima infanzia e quella inferiore ai 65 anni. Le cause possono essere tutte le patologie che coinvolgono il cervello, i casi a trasmissione genetica sono il 15 per cento».

«È possibile ottenere un completo controllo delle crisi con terapie adeguate, anche chirurgiche, nel 75 per cento dei casi. I principali pregiudizi sono legati all’idea che si tratti di una malattia mentale e che sia sempre trasmessa geneticamente. I soggetti affetti vengono discriminati, considerati inferiori e da evitare per via delle crisi. Ne risultano isolamento sociale, minori livelli occupazionali, difficoltà nei rapporti sentimentali. Per tali motivi c’è la tendenza a nascondere la malattia con conseguente minore possibilità di cura e di guarigione, oltre a sviluppare psicopatologie di tipo depressivo ed ansioso».

L’iniziativa è organizzata da Fondazione epilessia Lice, Amce, con il sostegno di Ospedali Riuniti di Ancona, Fanpia, Centro servizi per il volontariato Marche.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche