Segui QdM Notizie

Attualità

FALCONARA Raccolta fondi per Guti dopo la truffa del bancomat

Carmen Gutierrez

Lara Gigli, super tifosa delle Citizens, ha deciso di aprire una sottoscrizione su GoFundme, obiettivo: raggiungere i 6mila euro scomparsi dal conto

FALCONARA, 12 maggio 2021 – Sono bravissime sul campo le ragazze del Città di Falconara, considerato che sono reduci dalla vittoria della Coppa Italia di calcio a 5, ma fuori del rettangolo di gioco sono anche migliori.

Si spiega così la gara di solidarietà scattata ieri per aiutare Carmen Delia Gutierrez Montero, per tutti solo Guti, uno dei punti di forza del team falconarese, rimasta vittima qualche giorno fa di una truffa che le ha causato una perdita di 6.000 euro.

Guti, che compirà 31 anni il prossimo giovedì, è uno delle giocatrici simbolo della squadra, una laterale forte che semina le avversarie. E’ spagnola, andalusa di San Fernando, e da 2 anni gioca nella squadra di Falconara: nella finale di Rimini, Carmen Gutierrez ha anche segnato uno dei gol decisivi per la vittoria della Coppa Italia.

Proprio pochi giorni prima, però, un finto consulente di BancoPosta è riuscito, con un abile raggiro e dopo una telefonata, a impossessarsi dei codici del conto della spagnola per poi svuotarlo dei 6.000 euro che conteneva.

Guti, chiamata simpaticamente dagli ultras la “nina de San Fernando”, ha continuato a imperversare sul campo da calcetto ma la truffa l’ha segnata anche a livello morale, non solo finanziario. E allora, grazie a Lara Gigli, una supertifosa delle Citizens – come vengono chiamate le campionesse falconaresi del calcio a 5 – è scattata la gara di solidarietà e tutta la famiglia del Città di Falconara, supportata dagli sportivi, dai tifosi e anche da semplici cittadini, si è stretta intorno a Guti.

Lara Gigli ha deciso di aprire una sottoscrizione su GoFundme per aiutare la giovane andalusa.

«La Nina de San Fernando – dice Lara Gigli – a noi tifosi delle Citizens ha regalato immense soddisfazioni e una gioia infinita chiamata Coppa Italia: adesso vogliamo aiutarla a riavere i suoi soldi attraverso questa raccolta fondi».

L’obiettivo è raggiungere quota 6mila euro, tanto quanto è scomparso dal conto della giocatrice.

«Guti ci ha fatto sognare – continua la tifosa – e noi adesso vogliamo ridonarle il suo splendido sorriso. Aiutateci ad aiutarla!».

Per effettuare una donazione è possibile andare su Gofundme all’indirizzo gofund.me/046cc61c.

«Le ragazze – commenta il presidente della squadra, Marco Bramuccispesso mi chiedono se la città è contenta di loro, della squadra. Questa è la dimostrazione più clamorosa: una tifosa che lancia con grande entusiasmo questa iniziativa. Altro slogan che usiamo è “la gente ci salverà, la gente ci ha salvati”. Ho ricevuto personalmente tante richieste di persone che volevano fare un regalo alle giocatrici e penso, visto il forte legame di amicizia che c’è tra loro, che questo sia il modo migliore: restituire il sorriso a una ragazza che è stata truffata praticamente di tutti i propri risparmi».

Che il team falconarese fosse una squadra speciale si era capito anche un anno fa, ai tempi del primo lockdown, quando la società ed i dirigenti avevano mantenuto i loro impegni nonostante lo stop al campionato, consentendo alle ragazze di continuare a vivere a Falconara, pagando l’affitto delle loro abitazioni.

Ora c’è la conferma dello spirito di corpo che anima la famiglia del Città di Falconara. Nel primo giorno di accesso le donazioni sono state già 13 e sono stati raccolti in sole 24 ore ben 620 euro: un segnale che va ben al di là del fatto esclusivamente economico.

Gianluca Fenucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

News