Connect with us

Bassa Vallesina

FALCONARA / Serie di furti, parlano le vittime

«Non credevo che avrebbero potuto agire in piena mattinata», intanto i Carabinieri hanno arrestato due donne, entrambe in dolce attesa e senza fissa dimora

FALCONARA, 18 aprile 2021 – «Ero appena tornata a casa con mia figlia di pochi mesi, nel passeggino. Abito al sesto piano di un condominio in centro, in via Leopardi, e ho avuto paura».

Inizia così il racconto di una giovane mamma che lunedì mattina è stata vittima del furto di 2.500 euro contenuti in un salvadanaio nella sua abitazione, da parte di due donne, una di 30 e una di 19 anni, senza fissa dimora, ed entrambe in dolce attesa che sono state poi arrestate dai Carabinieri.

Andreoli immobiliare 01-07-20

«Ero stata da mia madre con la mia bambina – dice la giovane – e quando sono tornata a casa ho visto subito che c’era qualcosa che non andava: c’erano segni sulla porta di legno e la chiave girava a vuoto quando l’ho inserita nella serratura. Ho capito immediatamente che ero stata vittima dei ladri e ho avuto paura che fossero ancora all’interno del mio appartamento».

La ragazza, che lavora come addetta alla mensa di un fast food era molto intimorita e ha chiesto aiuto alla vicina, che ha prontamente chiamato i Carabinieri.

«Sono arrivati subito e mi hanno detto che le due donne autrici del furto erano state fermate e arrestate. I militari sono stati bravissimi e rapidi, mi hanno fatto vedere alcuni oggetti e tra questi c’era il salvadanaio di ferro che mi avevano sottratto: l’ho subito riconosciuto e mi è stato riconsegnato. C’erano circa 2.500 euro, è un salvadanaio che non si apre facilmente».

La giovane donna racconta che nei giorni precedenti al furto aveva visto una donna all’interno del suo condominio ma non aveva dato troppo peso alla cosa.

«La porta principale del palazzo non si chiude ermeticamente, è difettosa e ho pensato che, visto che nel condominio abitano diverse famiglie, quella donna fosse lì perché ospite di altri condomini. In casa non avevo oro o gioielli né oggetti preziosi ma solo bigiotteria di poco valore: le ladre hanno preso l’unica cosa che conteneva soldi. Ritengo anche che abbiano avuto poco tempo per mettere a segno il colpo perché io quella mattina ero tornata a casa anche alle 10, non avevo notato nulla di strano e poco dopo le due ladre sono state fermate dai Carabinieri».

I furti nella zona della galleria di Falconara, di via Leopardi ed anche di via Corridoni sono stati diversi.

Carolina Benitez, un’altra donna vittima di un furto, evidenzia che anche la porta della sua casa è stata forzata e le due serrature sono state rotte.

«E’ accaduto la mattina di venerdì 9 aprile – dice – e i ladri si sono impossessati di tutte le scarpe del mio bambino di 7 anni e di un paio di mio marito».

Aggiunge un particolare interessante. «Secondo me, anche vedendo come hanno divelto le serrature, non possono essere solo due donne: c’è la mano anche di un uomo. A me hanno sottratto un salvadanaio con 1.000 euro e altri 1.500 in contanti che mi servivano per le bollette e gli acquisti e che tenevo in un armadio e in un cassetto».

In via Corridoni, invece, l’uomo che ha subito il furto afferma che pur avendo una porta blindata i ladri hanno utilizzato la tecnica della lastra dei raggi.

«Abito al secondo piano in un condominio, non credevo che avessero il coraggio di fare una cosa del genere in piena mattinata».

Gianluca Fenucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche