Connect with us
TESTATA -

Cronaca

FALCONARA / Tromba marina, volano lettini e ombrelloni (video)

Maltempo, la furia del vento e la pioggia del primo pomeriggio: gravi danni agli stabilimenti balneari Siesta e Forza 9, tutti si sono adoperati per aiutare

FALCONARA, 17 luglio 2021 – Un disastro, una incredibile e inattesa calamità naturale ma la solidarietà di chi ama il mare consentirà di ripartire presto e con l’entusiasmo di sempre.


Sono stati momenti drammatici per diversi operatori balneari falconaresi che intorno alle 13.15 di oggi hanno visto scatenarsi e abbattersi sui loro stabilimenti una tromba d’aria di inaudita forza che ha spazzato via tutto: ombrelloni, lettini, strutture in legno e in plastica, attrezzature, pedalò e mosconi.

Andreoli immobiliare 01-07-20

La gente di Falconara si è subito stretta intorno ai lavoratori del mare e il sindaco Stefania Signorini, con l’assessore alla viabilità, al traffico e alle manutenzioni, Romolo Cipolletti, sono stati tra i primi ad accorrere in spiaggia.

Anche l’assessore Romolo Cipolletti, che con l’ing. Olivanti e il geometra Principi è immediatamente arrivato presso gli stabilimenti balneari, sottolinea la incredibile gara di solidarietà degli operatori balneari.

«Da nord a sud della spiaggia – ha sottolineato Cipolletti – tutti si sono mobilitati e insieme hanno affrontato l’emergenza e le difficoltà. Già dalle 12.55 avevo dato l’allarme agli operai comunali reperibili per monitorare la situazione dei possibili danni causati dal maltempo ma nessuno di noi poteva immaginare che a neppure mezz’ora di distanza si potesse scatenare questa violentissima tromba d’aria che ha colpito alcuni stabilimenti».

«Tutti si sono adoperati per dare una mano e per aiutare e anche questa volta è venuta fuori la solidarietà di chi ama per davvero il mare. Abbiamo caricato lettini, ombrelloni e gran parte del materiale su due furgoni di proprietà comunale e anche un privato è venuto a darci un aiuto mettendo a disposizione un camion. Tutto il materiale rotto o compromesso è stato trasportato in un deposito comunale. Il fatta che ci rende comunque orgogliosi è il grande lavoro di squadra e l’unità di intenti della nostra comunità solidale».

«Con sgomento e disperazione – ha detto il sindaco Stefania Signorini – ho visto le conseguenze del disastro. Sono subito andata al mare appena ho saputo della tromba d’aria che si era abbattuta nella zona di due stabilimenti balneari in particolare, Siesta e Mare Forza 9, nei pressi del sottopasso di via Trieste. Esprimo la solidarietà agli operatori che sono stati colpiti duramente da questa catastrofe».

«Abbiamo immediatamente coordinato le operazioni e gli interventi delle maestranze comunali, a cominciare dalla Polizia Locale e i nostri operai reperibili, la Protezione Civile. Gli stabilimenti 9 e 10 hanno subito gravissimi danni e ho visto la disperazione dei titolari e dei bagnini a cui esprimo la mia solidarietà e la mia vicinanza. Chiederò lo stato di calamità naturale. Ho chiamato anche i Vigili del Fuoco perché c’erano alcune situazioni di rischio e pericolo».

Alessandro Filippetti, presidente del consorzio Falcomar che coordina e rappresenta gli operatori balneari, si dice molto rattristato per l’accaduto ma è sicuro nella rapida ripresa del lavoro anche da parte di chi è stato colpito dalla calamità naturale.

«La tromba marina si è formata sul mare ed è giunta in maniera inattesa e molto violenta. Abbiamo avuto paura, fortunatamente non ci sono stati feriti anche se i danni arrecati ad alcuni stabilimenti sono notevoli. Ma aiutando tutti, le attività ripartiranno».

Gianluca Fenucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche