Connect with us

Attualità

FALCONARA / Violata privacy di un vigile urbano, Comune sanzionato

Il Garante ha comminato 10 mila euro, soddisfatto il segretario regionale del sindacato Ugl, Vincenzo Marino, ma l’Amministrazione replica: «Provvedimento impugnato»

FALCONARA, 6 aprile 2021 – «Quando si viola la privacy di un lavoratore, il sindacato deve intervenire e l’Ugl lo ha fatto e ha ottenuto ragione».

Vincenzo Marino (foto in primo piano), segretario regionale Ugl, sottolinea la decisione del Garante della privacy che ha sanzionato il Comune di Falconara a pagare una multa di 10 mila euro per aver violato le norme sul trattamento della privacy dei dipendenti, di cui era responsabile il comandante della Polizia Locale.

La vicenda aveva avuto inizio nel 2018 quando venne resa nota dal responsabile del trattamento dei dati personali, tramite alcune mail, una lettera anonima contenente dati sensibili e riservati riguardanti un operatore della Municipale.

«Non era certo un’azione legittima – dice il responsabile regionale dell’Ugl – e il lavoratore si oppose alla procedura e si rivolse all’Amministrazione comunale senza ottenere tutela e giustizia. Grazie all’Ugl, finalmente, si sono accertate le evidenti violazioni della privacy e l’illecità del trattamento effettuato dal Comune di Falconara che è stato condannato a pagare la multa di 10 mila euro».

Secondo il Garante la sanzione è stata applicata con la motivazione che è necessariotenere conto della delicatezza dei dati personali in questione, con particolare riferimento all’informazione che l’interessato era stato oggetto di una segnalazione che, seppur anonima, aveva un contenuto lesivo della propria reputazione”.

Vincenzo Marino si dice soddisfatto delle decisioni del garante che tutelano i lavoratori.

«Crediamo sia grave che un’Amministrazione comunale – sottolinea – non denunci storture come quelle di cui si è reso responsabile il comandante della Polizia Locale, che era l’unico responsabile del trattamento dei dati personali dei lavoratori. Continueremo a denunciare gli usi impropri del potere che violano i diritti e la dignità dei lavoratori e non consentiremo di far passare sotto silenzio comportamenti non corretti e che vanno contro i regolamenti».

L’Amministrazione comunale e il sindaco Stefania Signorini replicano in maniera decisa all’Ugl e hanno già presentato istanza per contestare la sanzione inflitta dal Garante.

«Il Comune di Falconara resta pienamente convinto della correttezza e della legittimità dell’operato del comandante – si legge in una nota firmata dall’Amministrazione comunale falconarese -, il quale anche in qualità di datore di lavoro, data la rilevanza della segnalazione, aveva il dovere di intervenire adeguatamente sia per assicurare il benessere organizzativo, sia per eventuali provvedimenti. Proprio perché convinto della correttezza dell’operato del comandante della Polizia Locale, il Comune ha prontamente impugnato davanti all’autorità giudiziaria il provvedimento sanzionatorio, per ottenerne l’annullamento e per far dichiarare la piena legittimità del comportamento tenuto. Della stessa lamentela dell’Ugl erano stati investiti anche il giudice penale e l’Ufficio disciplinare: entrambi hanno archiviato il procedimento, rilevando che non vi erano violazioni di legge. Anzi il giudice penale ha sottolineato come il comandante avesse fatto il suo dovere. L’Amministrazione comunale rinnova la sua fiducia al comandante».

Gianluca Fenucci

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche