Connect with us

il parere dell'esperto

FISCALITÀ / ASSEGNO DI NATALITÀ 2018

Un nostro spazio quotidiano affidato ad esperti di settore. La rubrica “Il parere dell’esperto” si interesserà di Fiscalità, Medicina, Psicologia, Giurisprudenza, Osteopatia e Nutrizione.

 

Laura Crescimbeni è Ragioniere Commercialista, Revisore Ufficiale dei Conti e Consulente Aziendale

 

ASSEGNO DI NATALITÀ 2018

L’assegno natalità INPS è il contributo che spetta per ogni figlio nato, adottato o in affidamento dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

L’agevolazione che spetta fino al 2017 per 3 anni a partire dall’anno di nascita se si tratta di un nuovo nato o, dall’entrata in famiglia, se il minore è adottato o in affido, è stata fortemente ridimensionata limitandone la durata al compimento del primo anno di età, ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione.

L’assegno natalità INPS come contributo economico a sostegno del reddito va richiesto all’INPS con l’apposito modulo da inviare per via telematica, entro 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso del bambino in famiglia e può essere richiesto nei seguenti casi:

  • Figli di cittadini italiani;
  • Figli di cittadini comunitari;
  • Figli di cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo residenti in Italia.

Gli altri requisiti per richiedere l’assegno INPS per la natalità 2018 sono:

  • Avere la residenza italiana;
  • Convivere con il figlio a cui spetta il beneficio: vi è quindi l’obbligo di convivenza di figlio e genitore che richiede l’assegno natalità per cui avere la stessa dimora abituale nello stesso comune.
  • Avere un reddito ISEE sotto i 25.000 euro annui o inferiore ai 7mila euro.

Tutti i requisiti devono essere posseduti al momento di presentazione della domanda assegno natalità.

Ai fini di riconoscimento del beneficio, la nuova nascita o la data di ingresso nella famiglia in caso di adozione deve essere compresa tra il 1° gennaio 2018 ed il 31 dicembre 2018 e spetta solo per il 1° anno.

L’assegno spetta, inoltre, anche in caso di affidamento preadottivo del minore disposto nel periodo dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, fino al compimento del primo anno dall’ingresso in famiglia a seguito dell’affidamento preadottivo.

L’importo dell’assegno natalità che l’INPS paga mensilmente ai genitori per la nuova nascita o adozione, sempre se sono in possesso dei requisiti sopra elencati, dipende dal reddito ISEE, pertanto, la misura dell’assegno mensile che spetta è pari a:

  • 960 euro all’anno ossia 80 euro al mese per 12 mesi se il reddito ISEE non supera i 25.000 euro.
  • 1.920 euro all’anno, ossia, 160 euro al mese per 12 mesi se valore dell’ISEE non supera i 7.000 euro annui.

Successivamente all’accoglimento dell’istanza, l’Inps provvederà a corrispondere il beneficio in singole rate mensili, secondo le modalità (conto corrente, bonifico domiciliato, ecc.) indicate dal richiedente nella domanda.

Laura Crescimbeni Commercialista

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023