Connect with us

il parere dell’esperto

GIURISPRUDENZA / LA GUIDA IN STATO DI EBREZZA È SEMPRE REATO

Un nostro spazio quotidiano affidato ad esperti di settore. La rubrica “Il parere dell’esperto” si interesserà di Fiscalità, Medicina, Psicologia, Giurisprudenza, Osteopatia e Nutrizione.

 

Silvia Bugatti è avvocato e tratta tanto questioni penali che civili. Custode Giudiziale nelle esecuzioni immobiliari  presso il Tribunale di Ancona

 

 

 

LA GUIDA IN STATO DI EBREZZA È SEMPRE REATO

Conosciamo le parole del diritto penale.

Porsi alla guida in stato di alterazione psico fisica dovuta all’assunzione di alcool costituisce reato.

In base alla quantità di alcool rilevata avremmo un reato punibile a livello contravvenzionale ossia, solo con un ammenda che altro non è che una pena pecuniaria   solo nell’ ipotesi di cui alla lettera a) dell’art. 186  del Codice della Strada  (tasso alcoolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l).

Nell’ ipotesi di cui alla lettera b) dell’art. 186 CdS  (tasso  alcoolemico  superiore  a  0,8 e non superiore a 1,5 g/l)    oltre a un  ammenda maggiore  si aggiunge anche l’arresto fino a sei mesi.

Arriviamo infine all’ipotesi più grave, quella disciplinata alla lettera c) dell’art. 186  CDS (tasso alcoolemico superiore a 1,5  g/l ) per il quale il Legislatore ha previsto la pena dell’ammenda da euro 1.500,00= a euro 6.000,00= e l’arresto da sei mesi ad un anno.

Si definisce arresto la privazione della libertà personale che va da cinque giorni a tre anni.

Nella sentenza di condanna ,l’arresto viene convertito in pena pecuniaria.

Per quanto inerente le misure accessorie, ricordiamo che può essere disposta la confisca del veicolo con il quale è stato commesso  il  reato.

La confisca è un provvedimento a carattere sanzionatorio, attraverso il quale la Pubblica Amministrazione acquisisce la proprietà di un bene si priva il soggetto destinatario del provvedimento del diritto di proprietà sul bene stesso.

Il danno economico è pertanto notevole.

Sempre in tema di misure accessorie,  teniamo presente che alla commissione del reato, consegue sempre  la sospensione della patente di guida, da un minimo di tre mesi fino a due anni.

Evidenti sono le  conseguenze  nella quotidianità.

La comminazione della pena arriva di solito con un decreto penale di condanna che, una volta divenuto esecutivo ,risulterà nei vostri casellari giudiziali come qualunque altra sentenza di condanna.

L’unica possibilità per ottenere l’estinzione del reato, è quella di chiedere al Giudice, la sostituzione della pena detentiva e  pecuniaria con  i lavori socialmente utili – LSU

Il condannato in questo caso svolge prestazioni e servizi non retribuiti in favore della collettività, presso lo Stato, le regioni, le province, i comuni o presso enti o organizzazioni di assistenza sociale, di volontariato o di lotta alle dipendenze.

I LSU positivamente eseguiti , possono portare all’estinzione del reato a alla revoca della confisca del mezzo.

Studio Legale, Avvocato  Silvia Bugatti

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

La Fenice - cremazione animali


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.