Connect with us

Redazionali

Gli ingredienti del Caffè al Ginseng

ingredienti del caffè al ginseng

Il caffè al ginseng

Negli ultimi tempi si sta diffondendo sempre di più una bevanda in sostituzione della classica tazzina di caffé, cioè il caffè al ginseng. I motivi per i quali questa bevanda viene apprezzata sempre di più dalle persone, che la consumano sia al bar che all’interno delle mura domestiche, sono diversi anche se si possono ricondurre principalmente al sapore molto gradevole e al fatto che risulti molto energizzante.

Scopriamo quindi insieme qualcosa di più sul caffè al ginseng, sui suoi ingredienti e sulle loro principali proprietà grazie.

Alcune curiosità sul caffè al ginseng

Il nome deriva dalla ben nota radice asiatica, che ne rappresenta anche l’ingrediente principale e che è presente nelle diverse varianti della bevanda ossia il caffè al ginseng per bar, caffè al ginseng per hotel o il caffè al ginseng per macchine automatiche.

ToroCaffe.com propone diverse varianti della bevanda solubile in base alla sua destinazione differenziando appunto il ginseng solubile per proporzione degli ingredienti. L’ingrediente principale è un alimento molto importante nella cultura orientale in quanto viene utilizzato praticamente per curare qualsiasi tipo di patologia che possa colpire l’uomo.

Una delle sue principali caratteristiche è data dal fatto che presenta un gusto cremoso ed intenso con un sentore abbastanza deciso di caffeina.

Ingredienti del caffè al ginseng

Non bisogna credere che il ginseng sia l’unico ingrediente presente all’interno di una tazzina di questo caffé. Infatti, i principali ingredienti di questa bevanda sono quattro e precisamente:

  • estratto di ginseng, che assicura le proprietà tipiche della radice di ginseng e fornisce l’inconfondibile sapore dolce al caffé
  • caffè solubile, che presenta una quantità minima di caffeina in modo da non provocare dipendenza e assicurando anche una diminuzione dello stato di eccitazione
  • crema di latte in polvere, alimento che può essere di derivazione naturale o vegetale, nonché privo di lattosio con quest’ultimo che permette di ottenere un ottimo caffè al ginseng senza lattosio
  • zucchero o all’occorrenza un altro tipo di dolcificante.

Questa miscela di ingredienti oltre a fornire il caratteristico sapore alla bevanda, realizza un caffè che si caratterizza per diversi benefici.

Benefici del caffè al ginseng

La radice di ginseng ingrediente principale del caffè al ginsengUna delle primi caratteristiche della bevanda in questione è che il caffè al ginseng ristora in una modalità quasi unica.

Entrando nel dettaglio dell’argomento, bisogna specificare che il ginseng deriva dal termine Panax Ginseng, una radice molto diffusa in oriente, in particolar modo in Cina e Corea. Il termine Panax deriva dal greco, precisamente da “pan” ossia tutto e “akéomai” cioè guarisco; in tal modo si arriva al nostro vocabolo panacea, ossia elemento che riesce a guarire tutti i mali.

Proprio per questo motivo il ginseng è stato da sempre utilizzato nella cultura orientale per effettuare delle terapie naturali sull’uomo, e di conseguenza oggi il caffè al ginseng ha notevoli proprietà benefiche. Nello specifico, tra i benefici che questo tipo di caffè assicura abbiamo i seguenti:

  • il caffè assicura proprietà antinfiammatorie, diuretiche, toniche ed espettoranti, ossia curative degli stati influenzali caratterizzati da forti raffreddori
  • è un valido aiuto per contrastare diversi tipi di infezione, quali ad esempio la micosi
  • assicura diversi effetti cicatrizzanti, diuretici, antiossidanti e perfino afrodisiaci
  • sostiene il sistema immunitario e quello nervoso grazie alla presenza di polifenoli, aminoacidi, sali minerali, vitamine del gruppo C e B

Per quanto esposto, quindi, appare chiaro come il caffé al ginseng solubile rappresenti un vero toccasana per la maggior parte delle persone e come possa essere assunto senza problemi in quanto ha un contenuto di caffeina minore rispetto al classico caffé.

In linea di massima, il caffè al ginseng può essere considerato sicuramente un’ottima alternativa alla classica tazzina e può essere consumato anche da chi ha la necessità di sentirsi più tonico e pieno di energia.

Grazie alle sue diverse proprietà si rivela un alleato perfetto per contrastare gli stati di stanchezza, specie nelle persone che hanno delle giornate intense e con ritmi frenetici ma anche per coloro che hanno la necessità di tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue evitando in tal modo il senso di fame.

Come si prepara un ottimo caffè al ginseng

Come abbiamo visto in precedenza in commercio esistono diverse metodologie per preparare il caffè al ginseng. L’uso di polvere solubile o di capsule per apposite macchinette da caffè rappresenta una delle soluzioni migliori per ottenere una bevanda del tutto simile a quella che può essere gustata al bar.

Oggi il caffè al ginseng per bar può essere ottenuto utilizzando delle polveri solubili di ottima qualità, attraverso una selezione accurata delle materie prime le quali sono poi lavorate con cura ed attenzione in appositi laboratori in modo che possa essere ottenuta la migliore miscela.

Quest’ultima potrà poi essere utilizzata sia per preparazioni manuali che per l’uso in apposite macchinette per realizzare un ottimo caffè al ginseng. Nello specifico, per la preparazione in tazza dovranno essere usati circa 20 grammi di prodotto con 100 ml di acqua calda, mescolando fino a che la polvere solubile non sarà completamente sciolta; in alternativa la miscela potrà essere utilizzata all’interno dei distributori automatici, impostando la quantità di polvere da utilizzare e il relativo dosaggio di acqua.

Caffè al ginseng per gli intolleranti al latte

Abbiamo visto come tra gli ingredienti principali del caffè al ginseng sia presente anche una discreta quantità di latte in polvere. Ciò ovviamente comporterebbe che gli amanti di questa bevanda che presentassero anche un’intolleranza al lattosio, dovrebbero privarsi del gusto e dell’aroma tipico di questo caffé.

Fortunatamente è in commercio anche un caffè al ginseng che risulta completamente privo di lattosio e anche di glutine, in modo da prevenire qualsiasi tipo di effetto collaterale per gli intolleranti.

L’assenza del lattosio non incide comunque sulla qualità della bevanda che risulta in ogni caso del tutto simile a quella del normale caffé al ginseng, con l’unica differenza che presenta una percentuale di lattosio inferiore allo 0,1%.

Per quanto riguarda la preparazione valgono le stesse indicazioni viste in precedenza per il caffé al ginseng classico.

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.