Connect with us

Info Comm.

Immobiliare, gli italiani investono ancora sulla casa?

immobiliare-gli-italiani-investono-ancora-sulla-casa

Gli italiani investono ancora sulla casa

Negli ultimi anni gli italiani sono tornati a investire nel mattone. Secondo l’osservatorio di Tecnocasa, risulta che l’acquisto di un immobile per investimento nei primi sei mesi del 2019, è salito al 17,9%, rispetto al 16,4% del 2014.

Questo significa, verosimilmente, che si è ritornati ad avere fiducia circa la ripresa positiva del mercato immobiliare.

Perché si torna a investire sugli immobili

I prezzi delle case non sono cresciuti, ma è diminuito il trend negativo dei prezzi, ad eccezione di alcune grandi città. La strategia più adottata da chi vuole vendere casa rimane ancora quella di abbassare il prezzo, e chi intende acquistare un immobile per investimento può sicuramente approfittare.

Soprattutto se si tratta di investimenti del breve-medio periodo, poiché nel giro di 2-3 anni si può acquistare casa e rivenderla guadagnandoci qualche migliaio di euro.

Molti puntano a far diventare l’investimento immobiliare una rendita, affittando l’appartamento acquistato, in modo da avere un’entrata fissa al mese da integrare alle altre.

L’errore che fanno in tanti è quello di valutare una casa in base a caratteristiche di gusto personale, come se ci si dovesse andare ad abitare. L’obiettivo di chi acquista una casa per investimento è quello di rivenderla, per cui non è importante che sia bella.

Per capire se un’immobile può rappresentare un vero affare è utile, invece, effettuare una visura ipocatastale, un documento oggi acquistabile anche comodamente online, attraverso il quale verificare informazioni utili e potenzialmente rilevanti circa il proprietario dell’appartamento che si intende acquistare.

L’identikit dell’investitore medio

Quali sono le caratteristiche dell’investitore medio in immobili? La maggior parte degli investitori ha un’età compresa tra i 45 e i 54 anni, al secondo posto, invece, persone tra i 35 e i 44 anni. Il 74,5% è formato da coppie e coppie con figli, il 25,5% degli investitori è single, comprendendo sia celibi/nubili che persone separate o vedove.

Per quanto riguarda le professioni di chi investe nel mattone, al primi posto troviamo imprenditori, liberi professionisti e impiegati.

Il dato più interessante che emerge dalla ricerca di Tecnocasa è che l’83,4% delle compravendite avviene senza la stipulazione di un mutuo.

La tipologia di immobile più acquistata è il bilocale, seguita dai trilocali. L’appartamento, soprattutto piccolo, ha sicuramente più vantaggi rispetto ad una casa singola o una villetta a schiera.

Semplice ma efficace, per concludere, il consiglio evergreen che viene dato dagli esperti a chi vuole investire nella compravendita di un immobile, ossia di rivendere/affittare il prima possibile l’abitazione acquistata.

Tenere un appartamento vuoto per molto tempo significa sostenere ulteriori costi (tra tasse e spese per la manutenzione) che potrebbero vanificare la qualità dell’investimento stesso.

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Advertisement
loading...
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.