Connect with us

Cronaca

JESI / Anna Quaglieri: «Lo Iom deve molto a Luigi Bacci»

anna quaglieri e maria luisa quaglieri IOM

«Una persona sempre dedita all’ascolto, disponibile e che da subito ha creduto nell’associazione», domani presentazione del libro sulla figura del banchiere

JESI, 19 dicembre 2020 – «Lo Iom deve molto a Luigi Bacci».
Così Anna Quaglieri (foto in primo piano insieme alla figlia, Marialuisa, direttore dell’associazione), presidente dello Iom Jesi e Vallesina, ricorda la figura del banchiere jesino, descritto come «innovatore» nelle pagine del libro che la neo costituita Associazione Luigi Bacci presenterà oggi in videoconferenza sul profilo Facebook della stessa associazione a partire dalle 19.30,  insieme agli autori Augusto Ciuffetti e Marco Torcoletti.

«Voglio cogliere questa occasione per ricordare quest’uomo che fu una vera colonna per la nostra associazione – ricorda la Quaglieri -. Una persona sempre dedita all’ascolto, disponibile, altamente perbene e che da subito ha creduto nello Iom, anche quando era ancora agli inizi. Ricordo il mio primo incontro con lui, nella sala della banca, mi offrì un caffè. Era il novembre del 1996, cinque mesi dopo la fondazione della onlus. Mi disse Signora Quaglieri, il suo è un bellissimo progetto“. E poi arrivederci. Qualche giorno dopo, sul conto trovai 5 mila euro».

Un tesoretto da cui far decollare le attività dell’associazione che in tutti questi anni ha prestato assistenza a più di 8.500 malati oncologici in tutta la Vallesina.

«Grazie a Bacci, dopo due anni fummo dotati delle due prime auto, permettendo così al nostro personale di essere sempre più capillare sul territorio – aggiunge la presidente -. Mezzi che poi, nel tempo, sono stati sostituiti, per un totale di cinque vetture donate a Iom grazie all’appoggio del banchiere dal cuore d’oro».

Andreoli immobiliare 01-07-20

Nonostante il periodo di crisi, lo Iom continua anche oggi a prendersi cura dei propri pazienti e delle loro famiglie.

«Non ci siamo mai fermati e mai molleremo, anche se le difficoltà non mancano e c’è davvero bisogno dell’aiuto di tutti per poter continuare ad assicurare i nostri servizi».

Ora che è nata un’associazione e un libro ispirato alla figura di Luigi Bacci, Anna Quaglieri vuole dare voce alla sua eterna gratitudine.


«Una persona che stimeremo sempre tantissimo per le sue doti – spiega -. Era davvero ricco di qualità. Senza far trapelare le sue emozioni, lui era lì, sempre pronto a porgere un orecchio per ascoltare. E anche quando non diceva nulla, incutendo nell’altro quel po’ di soggezione, in realtà, stava solo pensando a come poter dare al meglio il suo aiuto».

Leggi anche : JESI / Associazione e libro, Luigi Bacci una figura da ricordare 

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche