Connect with us

Cronaca

JESI / Bar, pub, ristoranti, il flash mob di protesta per “farsi vedere”

 Insegne e luci accese sul momento estremamente difficile della categoria

JESI, 29 aprile 2020 – La protesta di un nutrito gruppo di titolari di ristoranti, bar, pub, della città è andata in onda ieri sera – nell’ambito dell’iniziativa nazionale Risorgiamo Italia –  con l’annunciato flash mob a tutte luci per rendere evidente, qualora ce ne fosse ancora bisogno, lo stato di estrema incertezza e di allarme che il settore sta attraversando a causa dell’emergenza sanitaria che si trascina dietro quella economica.

Riaperture, secondo il nuovo Dpcm, dal primo giugno, con un altro mese di stop e costi fissi che continuano, ma gli addetti hanno avanzato una serie di importanti richieste alle istituzioni richieste che, se non messe subito in pratica in regime di Fase 2, causerebbero l’ingenerarsi di una situazione che «ci metterebbe di fatto nell’impossibilità di riprendere le nostre attività lavorative già devastate dall’emergenza coronavirus».

A8DA2F01-CA3B-420E-B654-50C2CF3D8EC6 FE92969C-F722-48A8-8E61-ABBCA10C94AE D9AFF897-D217-475F-8D9B-9D028EDECEF6 14FD43DD-7481-4AF6-BA26-A23976AA4B02 C5949F34-36B8-4104-B230-14E5EF57CFBF AB768838-C7BC-4EF5-B6DF-EADD1D89D10A FE1E1A0B-9540-47C0-9965-086BBAF69EE4 20200428_200610 IMG-20200428-WA0051 IMG-20200428-WA0040 IMG-20200428-WA0065 IMG-20200428-WA0071 IMG-20200428-WA0067
<
>

La consigliera comunale pentastellata Claudia Lancioni è anche titolare del bar pasticceria Sogni di Zucchero, in Viale della Vittoria, e sottolinea come questo sia «un momento difficile per i proprietari di piccole attività che sono l’anima di Jesi, pensate se non ci fossero: sarebbe una città vuota, buia. Tutti noi stiamo rischiando molto e sino ad ora lo abbiamo fatto per il bene comune ma è arrivato il momento di riaprire, con tutte le dovute cautele. Abbiamo visto e sentito di tutto, purtroppo c’è il futuro che incombe e non si può aspettare ancora».

Andreoli immobiliare 01-07-20

Il flash mob, di iniziativa nazionale, ha voluto richiamare l’attenzione sulla situazione di molti lavoratori del settore, che è stato tra i primi a chiudere e che sarà tra gli ultimi a riprendere. Serrande abbassate già a inizio marzo, molti non hanno nascosto le loro preoccupazioni: si riaprirà con numerose limitazioni e tante incognite.

(p.n.) (e.d.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.