Connect with us

Lettere & Opinioni

JESI / Bornigia (Pd): «Sindaco allergico all’ascolto e al metodo democratico»

Stefano Bornigia

Il segretario dem si riferisce alle esternazioni del primo cittadino che ha commentato la contrarietà allo spostamento della fontana

JESI, 9 ottobre 2021 – Veramente stonato è sentire il Sindaco vergognarsi per la città perché alcuni cittadini che utilizzando strumenti democratici hanno chiesto che la città si pronunciasse sullo spostamento della fontana.

Dichiarazioni che dimostrano allergia al metodo democratico ed anche all’ascolto. Si fa come “dico io” questo è stato il mantra che ha accompagnato il Sindaco in questi anni di amministrazione nei confronti
dell’opposizione ma anche rispetto ai suoi più stretti collaboratori.

Un Sindaco che dovrebbe rappresentare tutti i cittadini non dice queste cose, non ci si vergogna per il dissenso di una parte della città, sicuramente non minoritaria, ma certo oggi rassegnata. Non si è il Sindaco di tutti quando invece di impegnarsi per unire si divide la città. Oggi Jesi è una città anestetizzata che dovrà affrontare future scelte importanti per il proprio rilancio.

In questi ultimi anni Jesi ha subito un consistente calo di popolazione e questo è significativo del difficile momento che stiamo vivendo e l’autoincensarsi da parte del Sindaco (con le risorse economiche che arrivano dal governo e quindi dai partiti) non serve a sollevare i cittadini jesini dalle
difficoltà che stanno affrontando
.

Pd Jesi, il segretario Stefano Bornigia

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi