Connect with us
TESTATA -

Eventi & Cultura

JESI / Calendario delle cipolle 2022, l’anno delle 13 lune

Inverno lungo ed estate afosa: appuntamento meteo con Alfio Lillini per ricordare anche l’importanza delle risorse che il nostro pianeta offre

JESI, 2 gennaio 2022 – «Un anno fa dicevo che il 2021 non era un anno sicuramente solare, e tale si è dimostrato, siamo ancora “purtroppo” all’interno di una brutta pandemia: la siccità ci ha fatto compagnia sino alla fine di settembre scorso, ma il Natale 2021 è stato con la luna “buona” e quindi speriamo in positivo. Anche perchè nell’anno 2022 avremo 13 lune, buon segno…».

Alfio Lillini si è dato da fare anche quest’anno con il calendario delle cipolle, tradizione che gli permette di indicare il meteo dei prossimi mesi ma soprattutto di riflettere sulle risorse che il nostro pianeta offre e su quanto sia importante prendersene cura.

«Per l’anno 2022 i segnali che ci regala la natura: ci dicono che avremo un inverno lungo, il freddo ci accompagnerà sino alla fine di marzo, una primavera breve e variabile, un’estate lunga e calda, afosa e siccitosa, “dai primi di giugno a quasi fine settembre”, un autunno variabile e con poca pioggia, freddo e gelate a Natale».

A preoccupare, e ormai se ne parla da tempo, senza però agire concretamente, è il cambiamento climatico.

«Il nostro governo, il mondo in generale, il nostro popolo, non ne vuol prendere atto, questo è grave muntobèIl cambiamento climatico è un attacco diretto alla nostra vita su questa terra, non esistono controlli ai fenomeni atmosferici estremi, come è impossibile sopravvivere (con questi modelli di sviluppo) alla crisi climatica in atto,che è già tra noi”. Necessario, quindi, un cambio radicale e urgente del sistema di produzione e di consumo. L’alternativa è un mondo inospitale e apocalittico. Non c’è più tempo, nè soluzione di compromesso!!! Solo agire in modo velocissimo. Oppure pensiamo che il mondo si è messo a girare alla rovescia? O che veramente la terra sia davvero piatta, e magari anche che i somari volino…».

La relazione di Lillini termina con il consueto avviso ai naviganti.

«Ai nostri governanti a tutti i livelli: sono 20 anni che scrivo che l’ambiente va governato…non abbandonato!!! Siamo arrivati a oltre raschiare il barile, a ogni evento climatico siamo in emergenza, nei bilanci si continua a fare tagli alle risorse per l’ambienteMa la parola sostenibilità!!! Proprio non vi dice mai nulla… Ma voi governanti e amministratori pro-tempore tutti, dove abitate, dove vivete?».

(e.d.)                                     

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi