Connect with us

Cronaca

JESI / Carabinieri 2019: diminuiti i furti, sequestrati 25 kg di droga, 60 arresti

I numeri della Compagnia di Jesi, al comando del capitano Simone Vergari, con giurisidizione su 19 Comuni: un anno impegnativo

JESI, 10 gennaio 2020 – I numeri non possono dire tutto. Spiegano tanto, è vero, ma molto spesso non quanto lavoro c’è dietro anche a una piccola cifra che si sposta in positivo.

«È stato un anno molto impegnativo» dice nel prologo il capitano Simone Vegari, comandante della Compagnia Carabinieri di Jesi, che ha giurisdizione su 19 Comuni della Vallesina e dove i movimenti più importanti si registrano proprio in città, a Chiaravalle e a Morro d’Alba – nello specifico per i servizi antidroga – perché terra di confine con la zona del Senigalliese.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Il report che il comandante fornisce è molto chiaro ed è il resoconto di un’attività che si è sviluppata e si sviluppa anche attraverso attente analisi, monitoraggi particolari, sorveglianza di obiettivi sensibili, per poter raggiungere il massimo della prevenzione possibile.

Come è avvenuto per le ultime festività natalizie quando sono stati raffrontati i dati statistici degli ultimi 5 anni in relazione ai reati contro il patrimonio – che tendenzialmente amentano nel periodo di fine anno – proprio per essere pronti a rispondere tempestivamente alle situazioni criminose che si fossero presentate. E a questo si deve il blitz della notte dell’Epifania, a Camerata Picena, dove  il contemporaneo convergere di sei pattuglie dei Carabinieri – massicciamente impiegati in servizio sul territorio – , ha impedito che il Postamat venisse saccheggiato.

Capiano Simone Vergari

Il capitano Simone Vergari comandante della Compagnia Carabinieri di Jesi

Furti e rapine

Lo scorso anno si sono registrati 240 furti in abitazioni – nel numero sono compresi anche i tentati -, con una diminuzione dell’11 per cento rispetto al 2018.  Va considerato che nel numero rimane elevata la cifra di quelli tentati mentre tra quelli messi a segno non si registrano fatti eclatanti. Non è semplice dare la caccia al ladro, quindi significa che in diverse circostanze i malviventi sono stati anticipati, cioè messi nelle condizioni di non portare a termine le loro intenzioni criminose.

Tre le rapine – in un contesto generale di 10 in cui vanno incluse anche le improprie – con due persone fermate e tratte in arresto.

Il contrasto agli stupefacenti

Tra le attività preminenti spiccano il contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti: 25 chili di droga sequestrati, in maggioranza marijuana, poco più di 23 chili, il resto suddiviso tra eroina, cocaina e hashish. Sono state 40 le persone segnalate per uso personale, la maggioranza italiani, mentre 60 sono stati gli arresti e 110 le denunce a vario titolo: in questi casi la maggioranza stranieri.

Sicurezza: sulle strade e nei parchi dove si spaccia

Sforzi concentrati anche in direzione della sicurezza stradale: 50 le patenti ritirate per  guida in stato di ebbrezza e 8 perché al volante sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, mentre 15 le auto sequestrate.

La Compagnia Carabinieri in Corso Matteotti

Parco del Vallato e Parco del Ventaglio, zone di spaccio, sempre tenute sotto stretta sorvegianza con particolare attenzione alle frequentazioni dei minorenni: al Vallato, dove si consumano anche vandalismi e molestie verso i residenti, dall’ottobre 2018 a oggi sono stati innumerevoli i controlli che hanno portato anche ad arresti. Una situazione in via di evoluzione che ha fatto registrare, comunque, passi in avanti, sul fronte della sicurezza.

Pino Nardella

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

Condividi
 
 


Meteo Marche