Connect with us

Cronaca

JESI / COMANDANTE ROVATI: “TUTTO REGOLARE IL SERVIZIO RIMOZIONE AUTO”

JESI, 28 settembre 2017 – Durante il Consiglio Comunale di oggi una interrogazione a firma del consigliere Animali (Jesi in Comune) era titolata: “sanzioni connesse alla pulizia delle strade”.

Animali chiedeva anche di essere dedotto di come e del perché le sanzioni al codice della strada fossero aumentate rispetto allo scorso anno e di “indicare se sia stata effettuata una gara o sia prevista una rotazione tra le ditte interessate per attribuire il servizio di rimozione”.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Come si ricorderà nei giorni scorsi, dopo comunque che Animali aveva presentato l’interrogazione, è giunta al protocollo del Comune di Jesi una lettera anonima secondo la quale a carico del comandante la Polizia Municipale si poteva ravvisare “un abuso d’ufficio  e danno erariale” perché  il servizio di rimozione “viene affidato ad una sola ditta senza una preventiva gara d’appalto”.

Il presidente del Consiglio Comunale Massaccesi, dopo aver deplorato l’uso dell’anonimato ha dato la parola all’assessore Marisa Campanelli la quale ha fatto la storia delle pulizie delle strade, – servizio comunque avviato con regolarità solo all’inizio del 2017 – sostenendo che ci si avvale della Polizia Locale per il buon funzionamento del servizio considerato che viene fatto un lavoro capillare anche con la pulizia delle caditoie e che certamente nel futuro sarà incrementata la frequenza.

Poi Massaccesi ha invitato ad intervenire per chiarire e spiegare la stessa comandante Liliana Rovati.

La Rovati ha detto pubblicamente che le multe complessive per violazione del codice della strada nel 2015 sono state 756; nel 2016 640 con un decremento del 19%; nel 2017 1038, di cui 756 durante le fasi della pulizia delle strade, per un incremento del 39%.

Poi il comandante è entrata nel merito della ditta chiamata al servizio di rimozione che risulta sempre la stessa: Saburri & Murri. “Esiste un decreto prefettizio – ha affermato la Rovati – che obbliga a chiamare solo ditte idonee ad operare che hanno requisiti adatti sia per la rimozione che per il deposito delle auto rimose. Noi abbiamo operato secondo decreto emanato nel 2011. A Jesi le ditte autorizzate ed iscritte nel registro della Prefettura sono due: una è la Saburri & Murri, l’altra la ditta Scarponi. Con una particolarità. La ditta Scarponi ha un mezzo omologato con portata fino a 1000 Kg, in pratica neanche una 500. La ditta Saburri & Murri ha un mezzo con portata 3700 Kg. In pratica siamo costretti a rivolgerci alla ditta specifica. Dirò di più. Considerato che per rimuovere un veicolo occorrono all’incirca 20 minuti ho anche chiesto alla ditta Scarponi di adoperarsi per avere un mezzo più idoneo ma al momento non abbiamo avuto riscontro. Come non c’è stato riscontro da parte di un’altra ditta che si è interessata di cosa e come fare per entrare nell’elenco della prefettura ma ancora niente”.

(e.s.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche