Connect with us

Cronaca

JESI / Controlli covid: due locali non in regola e tre clienti senza green pass

Servizio interforze nel week end attivato da Polizia, Carabinieri e Municipale, monitorata anche la movida in centro


JESI, 29 novembre 2021 Controlli nel fine settimana da parte degli agenti del Commissariato di Jesi, impegnati nel quadro delle attività sul territorio riguardanti ordine e soccorso pubblico.

Per la serata di sabato scorso 27 novembre è stato organizzato e condotto un altro servizio interforze che ha visto impiegati, oltre agli agenti del Commissariato di Jesi anche un equipaggio dei Carabinieri e uno della Polizia Locale.

Andreoli immobiliare 01-07-20

In una prima parte della serata, sono state attuate una serie di verifiche volte ad accertare la compiuta osservanza delle norme vigenti in materia di contrasto alla diffusione della pandemia.

Sono quindi stati visitati otto esercizi di ristorazione dei quali uno è risultato non in regola per mancanza dei uno dei previsti avvisi all’ingresso e un altro non è risultato conforme per gli aspetti connessi al servizio all’esterno del locale.

Nella medesima occasione sono stati controllati circa 370 avventori che sono risultati tutti in possesso di valido certificato di avvenuta vaccinazione a eccezione di tre persone, clienti dello stesso esercizio.

Anche sabato sera, al fine di scongiurare il rischio sotteso al possibile uso improprio di certificazioni, i dati risultanti dai green pass esibiti sono stati confrontati con i documenti di identità dei rispettivi possessori e non sono state rilevate anomalie o incongruenze.

Nella seconda parte della serata le attività si sono poi concentrate sulla.movida e il comportamento delle persone nell’ambito del centro storico e, più in particolare, nelle vie e nelle piazze maggiormente interessate dall’intrattenimento dei giovani al fine dissuaderli dal tenere comportamenti non conformi alle leggi.

A tali attività , come noto, si è aggiunto il prezioso contributo degli operatori di vigilanza ingaggiati da commercianti e associazioni di categoria allo scopo di rendere il presidio in atto ancor più efficace.

(Redazione)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche

Condividi