Connect with us

Cronaca

JESI / CORO REGINA DELLA PACE, “CONCERTO DELL’AURORA” PER SALUTARE IL SOLSTIZIO D’ESTATE

JESI, 17 giugno 2015 – Per il secondo anno consecutivo torna la “Giornata europea della musica” che nella città di Pergolesi, anziché limitarsi al 21 giugno, giorno del solstizio d’estate scelto a livello internazionale come giornata dedicata alle 7 note e a quanti le interpretano, copre un arco di tempo che va da venerdì 19 al 1° luglio prossimo. Tra le associazioni che da tempo hanno scelto il giorno del solstizio per festeggiare c’è il coro “Regina della pace” che già cinque anni or sono ha scelto sia un luogo che un orario particolare per onorare la festa della musica; domenica prossima (21 giugno), infatti, il complesso canoro diretto dal M° Diego Pucci, si ritroverà nella chiesa parrocchiale di Santa Maria del Piano dove, alle 6 del mattino, eseguirà il “Concerto dell’Aurora”. La scelta della antica chiesa cittadina non è certo casuale; la decisione di esibirsi in quel posto ha una sua ragione; l’abside di quel tempio cristiano, infatti, è rivolto ad est, dalla parte, cioè, dove sorge il sole. Questo, levandosi all’orizzonte, indirizza i suo raggi verso l’abside dove sono poste due vetrate con vetri di color giallo/arancio. Questo fa si che il pubblico presente in chiesa venga “pitturato” da quei raggi.
Oltre agli aspetti artistici ed estetici del Concerto dell’Aurora, l’appuntamento di domenica presenta altre due curiosità: al termine dell’esibizione canora, infatti, chi vorrà potrà consumare la prima colazione grazie al caffè ed ai dolci preparati o comperati dagli stessi componenti il coro ed alle confezioni di latte al cacao offerte anche quest’anno dall’azienda jesina Cooperlat Tre Valli.

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.