Connect with us

Attualità

JESI / Daniele Cassioli: «La disabilità è una condizione, non una condanna» (video e foto)

Promossa dal Comune e dal Lions Club la due giorni in città del campione paralimpico, cieco dalla nascita, per presentare il suo libro “Il vento contro”: una grande lezione di vita

JESI, 24 febbraio 2020 – Lo sciatore nautico paralimpico Daniele Cassioli ha presentato a Jesi il suo libro “Il vento contro”.

Venerdì a Palazzo dei Convegni il pluricampione e detentore di record mondiali, trentatreenne cieco dalla nascita, ha parlato del suo lavoro edito da De Agostini davanti a una attenta platea dove c’era anche il sindaco Massimo Bacci, mentre sabato al Teatro Pergolesi ha incontrato studenti e studentesse delle superiori e l’assessore allo sport, Ugo Coltorti.

Entrambi gli incontri sono stati organizzati dal Comune e dal Lions Club di Jesi, rappresentato dal presidente Roberto Pacini, dal segretario Giordano Togni e dai soci.

«Siamo noi a mancare di qualcosa, di fronte a lui – ha commentato il presidente Pacini -. La sua persona è stata una scoperta, e con questo toccante incontro abbiamo capito cosa significhi davvero superare gli ostacoli e renderli trampolino di lancio. Ai ragazzi e alle ragazze a teatro ha mandato un messaggio di integrazione, di apprezzamento delle diversità. Spero in altri incontri di questo tenore, il Lions Club è molto attento allo sviluppo dei giovani dal punto di vista conoscitivo, morale, civico e psicologico».

«Una giornata eccezionale – ha sottolineato Giordano Togni – che ci ha trasmesso un messaggio di vita e di impegno che ha coronato l’attività e la propositività del Lions».

«Un’emozione incredibile – il commento di un membro del Lions -, che mi ha commosso».

ed139604-307d-4d12-8fa1-ad0fb3d34bcd dd2fba6d-1dc8-4f59-9615-d8e93add203a 42dd435a-a0d4-4377-ac9f-f6910f310a8f dc1c680e-0c60-4b31-b8f3-f58a92ee94ca b225ca13-0792-4ad3-b345-c72f662c8734 552ff1bb-4a95-4610-8b8a-6cd9ee580537 1deba2f3-f126-4996-988c-ff8110aeac17 05a57c7f-5005-42a7-ad3d-598a88ee9b14 ac4bb400-6e04-450b-a0c7-b1e697e18069 ba64d00b-3727-4756-8018-01225cccb41e 131faf28-c71d-4ec3-a9ed-d7119848ad08 fcd3258d-5ac2-4abd-a8c1-1a9e87d5194b 1faf2cc5-75c7-4d0a-b7af-1a73dd7652f9 2fb93e1d-3056-4827-82d0-31e6e69d64de 4d4a2400-877a-46f9-96e6-ca3f2bbf6c48 29fdcbfe-8c0d-418b-84dc-36c6ad7c55bd 8def5136-c98f-4f29-a696-30baaccfc7e7 357216f8-e219-4380-af0e-277cca36a28d 52b4842c-23fd-4777-b9ea-4c9e81e13897 6dd4255e-3023-45eb-8d62-ec4879103129 dff1cf1a-09e0-4b74-ab96-d8b0cc33602b 8b5af4b6-f6de-4c8d-8ec8-143345434d7b e447aceb-3e93-4750-a198-0301c19f606b 39880892-7725-467c-aadb-5219eab7dc6d 5805b416-12de-4137-bea5-238b493de295 34291297-f21a-46a0-a427-b31ecbd6b8dc 72ff0f63-5dc1-4959-b963-e8bbac57e580 e742d654-de00-4e9e-b938-005ad2899d2a eecb8a06-8734-4951-b633-f5d84e6b3214 6ac72863-e3c1-47a7-a65b-03f0b7bd5af9 8bfbda3f-fd49-44f0-9804-3bddf959089c b6898844-5be4-4bbe-b6fd-b148fefc6a81 546c9ba7-73b7-4b8d-aa70-8678ba410586 a7b41025-30e7-4c38-9ae2-1f834c235720 6dda2420-b272-452b-a644-8911ce8c43f3 054dac84-971a-4584-8e97-d2bb47144fba 5f960d82-1a1f-4d34-931e-db108759871f 15566e4b-266e-4c39-83bd-e157beba9cbb ddb9f103-6a32-4b0b-96f2-ec7169a7549e 71e60294-52cf-40fa-886d-04097bfddc4d bbbc85a4-1549-4607-821b-ad23818801bf c9167f45-bf71-4961-96ce-9692b4510c6c b605f9e3-d613-4339-8e7e-fe37257e6f89
<
>
Al Teatro Pergolesi con gli studenti

A fare da moderatore il giornalista e scrittore jesino Giancarlo Esposto, letture a cura di Cristina Gregori.

«Ho avuto l’onore di presentare il libro di Daniele Cassioli – ha detto Esposto -, che ci ha dato una lezione di vita mostrandoci come spesso siamo noi stessi a imporci dei limiti. Daniele ha trovato una luce infinita nel buio e ci ha insegnato ad andare davvero oltre gli occhi. È una persona che merita tutto il successo che ha».

Il messaggio

Presente anche Stefania Terrè, vicepresidente dell’Unione Italiana Ciechi della Provincia di Ancona: «Questi incontri sono un’occasione fondamentale per far conoscere la disabilità visiva e al contempo abbattere stereotipi e pregiudizi facendo presenti le nostre capacità. Daniele Cassioli sa trasmettere emozioni in una maniera oggi forse dimenticata».

«Nei primi anni della consapevolezza ho vissuto molto male la mia cecità – ha raccontato l’atleta -, credevo di avere una grande sfortuna rispetto alle altre persone. Poi, grazie alla mia famiglia e allo sport, ho capito che avere una disabilità non significa necessariamente che la vita sia finita: ora per me è semplicemente una condizione, non una condanna. Quindi ho iniziato a vivere in maniera completamente diversa, stringendo tante amicizie e facendo tante esperienze diverse, dallo sci da neve a quello nautico grazie al quale ho girato il mondo, mi sono anche laureato in fisioterapia».

«Spesso nella vita non è il problema a fare la differenza, ma il modo in cui scegliamo di affrontarlo. Ho deciso di mettere per iscritto questa mia mentalità: “Il vento contro” è uscito a ottobre del 2018 ed è un romanzo autobiografico in cui racconto una persona che è cresciuta con e nella cecità. La mia esperienza è declinata anche nell’associazione Real Eyes Sport Asd, che vuole avvicinare giovani non vedenti allo sport. Lo sport è un modello educativo, a me ha dato molto e sono convinto che possa dare ottimi insegnamenti. Inoltre porta i non vedenti fuori di casa, li spinge a misurarsi con se stessi e li avvicina al contatto con il prossimo. Tutto questo attraverso il divertimento».

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ferramenta Sarti - Castelplanio


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.