Connect with us

Eventi & Cultura

JESI / La musica di Marta Tacconi per la Croce Rossa

La pianista jesina lancia una raccolta fondi: donazioni aperte su Facebook insieme al video realizzato con Michele Magliola nel suo Studio Musicale “Crescendo”

JESI, 27 dicembre 2020 – Musicafa spesso (e volentieri) rima con “sociale”. Quello cui abbiamo assistito fino ad ora dal fatidico inizio della pandemia ad oggi, è stato un panorama che talvolta, per timore, frenesia nelle scelte, con la politica che si è spesso sovrapposta alla scienza dandole, addirittura, dei connotati di “schieramento ideologico”, è stata una confusione di temi e di ruoli

Sin dai tempi di Galileo Galilei si sottolineava il conflitto fra scienza e potere (in quel caso la Chiesa), tanto che il drammaturgo Bertolt Brecht, inVita di Galileo, sottolinea ripetutamente la fede che lo scienziato professa nella ragione e nei sensi.

“La ragione è necessaria per elaborare delle teorie, ma queste devono essere poi confermate dall’evidenza dei sensi attraverso le prove fornite dagli esperimenti”. Si sono creati, benedetti loro, comitati di quartiere, sventolio di bandiere, si è cantato dai balconi, cose che oggi ci sembrano lontane.

Marta Tacconi

Ma finalmente sono state affrontate tematiche che si riferiscono al mondo dello spettacolo e della cultura, soprattutto intorno all’indotto che lavora quotidianamente “dal vivo” o, come si direbbe oggi, “in presenza”. Nessuno si è perso d’animo. Fra questi la pianista Marta Tacconi, che sta salpando da mesi, ormai, verso quel successo come concertista e insegnante – affrontando sacrifici per anni e anni – la quale, coi ragazzi della sua Scuola Musicale, dai più piccoli ai più grandicelli, sta cominciando a far girare un video registrato nel suo Studio Musicale “Crescendo.

Realizzato con Michele Magliola, è una chicca da vedere, ascoltare e, soprattutto, da lodare perché la raccolta fondi che Marta ha lanciato insieme al suo video è destinata alla Croce Rossa Italiana. Per festeggiare la vita, in questi giorni di “festa”, nonostante tutto. 

Marta, come è nata questa idea?   

L’anno 2020 ormai giunto al termine, che ha rispettato alla lettera il detto popolare “anno bisesto anno funesto”, ha visto a causa del Covid, il completo sconvolgimento del tessuto culturale già fragilissimo del nostro Paese. Tutte le realtà artistiche, piccole e grandi, individuali e collettive, pubbliche e private, hanno fronteggiato difficoltàdanni economici e morali in alcuni casi di portata disastrosa. In uno scenario drammatico come questo, aver continuato a operare nel proprio settore, seppur con difficoltà organizzative estreme, condizioni lavorative proibitive, senza più orari, salvando quotidianamente, in uno stato di continua emergenza, il salvabile, equivale a sentirsi un superstite, un sopravvissuto.

Come sei riuscita a reggere questo insieme di contraccolpi fisici e psicologici?

Ci si sente stanchi, stravolti, ma fortunati. Essere riusciti a mettere a riparo dalla parola “lockdown” la propria professione, i propri progetti, la propria piccola attività, è stata una battaglia e non averla persa è un grande privilegio oltre che, ovviamente, una grande soddisfazione. Ci si sente grati. E la gratitudine si è trasformata in “entusiasmo del fare, del continuare a fare”, un sentire che ho profondamente condiviso con tutte le persone con le quali durante questi ultimi mesi ho continuato a svolgere attività musicale didattica e artistica

In poche parole, l’idea è nata e dopo due giorni eri già a registrare coi tuoi allievi…

Con il mio Studio Musicale, che nel nome “Crescendo” porta in seno il significato della vita che procede nonostante tutto e si rinnova, e quanti lo frequentano, ho proposto che l’entusiasmo del fare si tramutasse in un atto concreto anche extramusicale: in solidarietà. 22 candele accese, tante quante sono le vite che nel mio Studio hanno continuato a essere illuminate dalla Musica e 44 mani sono andate a comporre un emozionante video realizzato con la collaborazione di Gruppo Editoriale CCEditore, Noemi’s Crew, La Perla Tende e Infissi, Marisa Pensieri di CartaMediavisium.

E la raccolta fondi?

E’ stata attivata tramite il mio profilo Facebook una raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana, scelta per i principi fondamentali che la muovono: Imparzialità, Neutralità, Indipendenza, Volontarietà, Unità, Universalità e in ultima battuta, ma prima di tutte in elenco e nei cuori di tutti, per l’Umanità che la anima.

Clicca sul link per effettuare una donazione (qui)

Giovanni Filosa

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche