Connect with us

Eventi & Cultura

JESI / LA “PRIMAVERAC” DELL’AZIONE CATTOLICA CON LUCA ALICI, GIORGIO MANGANI E IL VATICANISTA RAI ENZO ROMEO

La sede dell’Ac in piazza della Repubblica

JESI, 27 marzo 2017 – La PrimaverAc, la rassegna promossa dall’Azione Cattolica, prende il via con Luca Alici, docente di Filosofia Politica all’Università di Perugia, domani, martedì 28 marzo alle 18.30 nella sede diocesana di Ac, in piazza della Repubblica, sul Rischio della Fiducia, per far fiorire o appassire la vita. L’iniziativa, aperta alla cittadinanza, si sofferma quest’anno sul tema “Piazze e campanili, ambienti millenari per nuove alleanze”, ha il patrocinio dell’Assemblea Legislativa delle Marche e il sostegno del settimanale diocesano Voce della Vallesina, della Fondazione Lavoroperlapersona di Offida e della Biblioteca La Fornace di Moie.

Giorgio Mangani, esperto di geografia culturale e di beni culturali, giovedì 30 marzo alle 18.30 sempre presso la sede diocesana di Ac, indicherà Il valore della cultura locale nella società globale. «Il luogo è oggi al centro di numerosi conflitti – spiega Mangani. –  La divisione geografica del lavoro che produce delocalizzazione produttiva crea instabilità economica. La perdita della coltivazione della memoria storica, tradizionalmente affidata al paesaggio e del patrimonio culturale, trasforma i luoghi in spazi anonimi e in “non luoghi”. Un nuovo centralismo politico, connesso alla crisi economica e al ritorno dei nazionalismi, a loro volta connessi con la “insovranità” degli stati (cioè la perdita di potere della politica rispetto alle dinamiche globali) riduce la discrezionalità locale proprio nel momento in cui essa è al centro di tensioni come la precarietà, la perdita dei servizi, le tensioni della multiculturalità. La cultura dello sviluppo locale cerca faticosamente risposte in un campo di tensione come il luogo mai tanto importante quanto oggi.»

Luca Alici

L’ultimo passaggio dell’edizione 2017 della PrimaverAC sarà affidato a Vincenzo Romeo, giornalista e scrittore di Rai Due, vaticanista, che venerdì 31 marzo alle 21.15 presso la Biblioteca La Fornace di Moie proverà a raccontare come seguire Papa Francesco lungo la strada della Chiesa in uscita, una Chiesa capace di dialogare con l’umanità di questo tempo e attenta alle sue fragilità. Un dialogo che Papa Francesco tratteggia nei suoi scritti secondo fasi precise: dare tempo sufficiente affinché i nostri interlocutori possano esprimere tutto quello che hanno bisogno di esprimere, avere ampiezza mentale per non rinchiudersi con ossessioni su poche idee e flessibilità per poter modificare o completare le proprie opinioni e infine, ovviamente, avere qualcosa da dire. Nel pomeriggio il giornalista Romeo incontrerà gli studenti del Liceo Scientifico di Jesi e guiderà una conversazione sul tema “Vivere è comunicare?“.

All’ombra dei campanili e intorno alle piazze si sono sviluppate e sono cresciute tutte le nostre città sia dal punto di vista urbanistico che da quello dell’organizzazione della polis e, di conseguenza, della costruzione della convivenza delle persone che la abitano; oggi sembrano essere diventati luoghi alternativi sempre meno capaci di individuare parole comuni e terre di mezzo da abitare insieme.

Luca Gramaccioni

E proprio perché sono coinvolti concetti come convivenza e bene comune, la proposta della PrimaverAC di quest’anno non poteva che partire parlando di fiducia. La fiducia è qualcosa di molto speciale che rimane sottotraccia quando presente, ma che rende decisamente visibile il momento in cui viene a mancare; è lo strumento con cui poter intrecciare il qui e ora, la concretezza del reale, con il “domani”, con una progettualità a lungo termine che altrimenti non avrebbe i presupposti nemmeno per essere pensata.

«Dieci anni fa, in occasione dei festeggiamenti per i 140 anni dalla sua nascita – dichiara il presidente dell’Azione Cattolica di Jesi Luca Gramaccioni – l’Azione Cattolica aveva sottoscritto un manifesto per il Paese dal titolo “I cattolici italiani tra piazze e campanili” per ribadire che la scelta religiosa dell’associazione è un impegno nella costruzione della polis. L’Ac nasce per spendersi a favore del bene comune, attraverso l’educazione alla responsabilità personale, all’impegno pubblico, al senso delle istituzioni, alla partecipazione, alla democrazia, partecipi delle attese e dei problemi della gente per camminare accanto a tutti e ciascuno. Tutto ciò oggi si può tradurre anche nella disponibilità a favorire alleanze per costruire quel tessuto generativo di cui non possiamo fare a meno se vogliamo tornare a pensare con un orizzonte più ampio rispetto alle sole situazioni contingenti.»

 

Condividi
  
    

news

Perché il gioco piace tanto e verso quale futuro sta andando? Perché il gioco piace tanto e verso quale futuro sta andando?
Rubriche34 minuti fa

Perché il gioco piace tanto e verso quale futuro sta andando?

Il mondo dell’intrattenimento oramai è solo online. Con la rivoluzione tecnologica questo trend si era già imposto da tempo, con...

Cronaca1 ora fa

Jesi / Amazon: variante approvata, via libera al cantiere – VIDEO

Il sindaco Fiordelmondo: «Da oggi esiste la possibilità concreta per questo territorio di diventare un attore importante nel panorama economico...

Attualità3 ore fa

Cupramontana / Conto alla rovescia, poche ore alla Sagra dell’Uva 2022

L’augurio del presidente della Fondazione e sindaco, Enrico Giampieri a tutti i cuprensi: «Ce lo meritiamo, se lo meritano i...

Cronaca3 ore fa

Jesi / Il consigliere Giancarlo Catani propone nuova adesione al Premio Vallesina

Interpellanza nel Consiglio comunale di domani, il Comune di Jesi ne era uscito 16 anni fa «ma ora sarebbe opportuno...

Marche news4 ore fa

Covid-19 / Anche oggi nuovi casi positivi sopra quota 1.000

L’ incidenza regionale cresce per il decimo giorno consecutivo e passa da 323,67 a 361,10 di Redazione Ancona, 28 settembre...

Alta Vallesina4 ore fa

Fabriano / Whirlpool, la multinazionale non si presenta al tavolo del Mise

Dura la presa di posizione di Fiom e Cgil: «Governo utilizzi poteri speciali per fermare spregiudicatezza multinazionale» di Redazione Fabriano,...

Cronaca4 ore fa

Jesi / Mre: una targa per ricordare il Mutuo Soccorso

L’edificio di via Garibaldi abbattuto nel 2017, al suo posto un parcheggio, la sollecitazione di Katia Mammoli: «E’ stato una...

Attualità5 ore fa

Cingoli / Il sogno rap di Matteo e Ovidiu

Per poter realizzare il videoclip musical con Martyna Smith, icona top del mondo dello spettacolo, hanno lanciato una raccolta fondi...

Alta Vallesina7 ore fa

Fabriano / Elica, approvata distribuzione di un dividendo ordinario

Francesco Casoli, Presidente di Elica: «Dopo anni di grande impegno e di duro lavoro Elica torna a remunerare» di Redazione...

Eventi & Cultura7 ore fa

Jesi / Il Sindaco riceve l’ambasciatrice di Cuba

La diplomatica in città per l’inaugurazione a Palazzo Bisaccioni della mostra dell’artista cubano Luis Alberto Saavedra Jesi, 28 settembre 2022...

Meteo Marche