Connect with us

Cronaca

JESI / LAVORI TORRE ERAP, ABBATTUTE 5 QUERCE: CRESCE L’INDIGNAZIONE

JESI, 22 ottobre 2018 – Cresce l’indignazione e la protesta tra i residenti del quartiere San Giuseppe e per tutta risposta continua senza tregua l’abbattimento di alberi, protetti e non, negli spazi adiacenti la zona della torre Erap.

“Due anni fa ci era stato garantito in una riunione indetta dal Comune, che il verde sarebbe stato in minima parte toccato” così racconta Gabriele residente della zona.

Proprio lui aveva affisso ad una delle querce oggi scomparse un annuncio che recitava “Io ho seminato, Dio ha fatto crescere…non danneggiate queste e le altre querce”.

È stato proprio questo cittadino 32 anni fa, con precisione, nell’ottobre del 1986 a seminare delle ghiande che poi, con il tempo sono  diventate  grandi e forti querce.

Un appello inascoltato. Stamattina (22 ottobre) le cinque querce sono state abbattute. Intanto le forze politiche di opposizione non stanno a guardare. Nei giorni scorsi c’è stato un volantinaggio proprio nel quartiere per ricordare l’impatto che avrà il nuovo edificio a livello sociale e come ogni scelta di alloggi popolari finisca sempre per coinvolgere la zona meridionale della città.

(c. ade.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.