Connect with us

Attualità

JESI / LE BUONE PRATICHE DELL’AGRICOLTURA NELLA RASSEGNA “ASCOLTO…STORIE, PROFUMI E SAPORI”

JESI, 19 aprile 2018 – Giunge al termine questa settimana, con gli ultimi due appuntamenti in programma, l’edizione 2018 della rassegna “Ascolto…storie, profumi e sapori”, l’iniziativa promossa dal Centro Turistico Giovanile “Vallesina” in collaborazione con la Condotta Slow Food “Castelli di Jesi”, che quest’anno ha curato il calendario degli incontri.

Venerdì prossimo (20 aprile), alle ore 21.15, presso la sala convegni dell’ex –Seconda Circoscrizione in via San Francesco, si parlerà de “Il progetto ARCA – Agricoltura per la Rigenerazione Controllata dell’Ambiente nella valle dell’Esino”. Interverrà Bruno Garbini, ideatore del progetto ARCA, che ripercorrerà i momenti salienti dell’idea nata nell’ottobre 1988 e della sua ripartenza nel maggio 2016 insieme a Enrico Loccioni e Giovanni Fileni.

Obiettivo, rigenerare il territorio e il capitale naturale, favorendo il mantenimento e l’aumento della sostanza organica nei suoli agricoli ottenuti attraverso buone pratiche agronomiche e di allevamento. L’ispirazione operativa dell’ARCA nasce dall’osservazione di quanto avveniva nella tradizionale casa colonica marchigiana prima dell’industrializzazione dell’agricoltura. Tutto era allora inserito in un micro sistema circolare di riutilizzo e visto in funzione della perpetuazione della fertilità dei suoli.

Il progetto riguarda alcuni bacini idrografici delle Marche, tra cui quello dell’Esino, e mira a mettere a punto un’agricoltura di tipo rigenerativo-conservativa ma adattata ai difficili suoli marchigiani (Arca’s Regenerative Soil System), reinserendo pratiche agronomiche quasi completamente desuete dopo l’avvento dell’agricoltura industriale e misurandone costantemente il beneficio apportato all’ambiente.

Si stanno già portando avanti ricerche sullo stato dei suoli analizzandoli dal punto di vista strutturale, del contenuto di sostanza organica e della vitalità. Il tema è quello della sicurezza idro-geologica e dell’analisi della fertilità dei suoli, partendo dal presupposto che una corretta gestione dei campi e delle colture porta ad una maggiore sicurezza sia sul fronte ambientale che su quello alimentare. Un laboratorio per l’agricoltura del futuro dunque, per sperimentare concretamente i principi dell’economia circolare e dimostrare come sia possibile mettere in equilibrio uomo e natura, tradizione e innovazione.

La rassegna si concluderà sabato (21 aprile), con una visita culturale e una cena di beneficenza. Appuntamento alle ore 18.30 presso l’Abbazia di Sant’Urbano di Apiro per la visita guidata e, a seguire, la cena alla Locanda dell’Abbazia.

Una parte del ricavato sarà donato al progetto “La Valigetta Viaggiante”, iniziativa di solidarietà promossa dal Centro Turistico Giovanile “Vallesina” che da un anno ha deciso di dare il via alla raccolta fondi destinati alla ricostruzione e riapertura del cinema teatro San Paolo di San Severino Marche danneggiato dall’ultimo sisma. Viaggiare insieme verso il sogno della ricostruzione, con una valigia piena di speranza.

Il Ctg e Slow Food invitano tutta la cittadinanza a partecipare agli incontri ad ingresso libero.

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche