Connect with us

Cronaca

JESI / Legambiente in Bielorussia: finestre per la scuola

Nonostante la pandemia il Circolo jesino porta avanti il suo impegno: sette nuovi infissi per aule e palestra

JESI, 29 aprile 2021 – Sette nuove finestre per la scuola di Dobrush: prosegue nonostante la pandemia l’impegno del circolo Legambiente Azzaruolo di Jesi in Bielorussia.

L’inaugurazione delle ambulanze

«Nonostante la pandemia il nostro impegno va avanti – spiega Vincenzo Russo per il circolo jesino -. Siamo intervenuti nelle aule e nella palestra. Gli infissi erano molto vecchi e il freddo, che in questa zona è molto intenso, penetrava all’interno dei locali».

Andreoli immobiliare 01-07-20

Il circolo jesino dal 1996 al 2007 ha aderito ai progetti di accoglienza dei bambini e delle bambine bielorussi nel territorio italiano ma questa esperienza, a livello nazionale, è poi terminata.

«Trovavano in Italia una situazione molto diversa da quella di origine, si rischiava insomma di creare disagi, per questo abbiamo deciso di investire il denaro che utilizzavamo per l’accoglienza su progetti in loco».

La mensa rinnovata

Benefici dal punto di vista sanitario c’erano: «Le analisi dimostravano che la permanenza in Italia faceva bene ma tutto era vanificato dopo poco che rientravano a casa, perciò abbiamo acquistato depuratori d’acqua, ristrutturato la mensa scolastica e acquistato grazie al Premio Vallesina, due ambulanze in dismissione dalla Croce Gialla di Chiaravalle, e anche fornito un endoscopio ai due ospedali locali. Legambiente Azzaruolo Jesi non si arrende, dopo tre accoglienze di bimbi dal 2007 svolgiamo progetti a Dobrush e Vetka i due Comuni più radioattivi».

Materiale per le strutture sanitarie del posto: allora il sindaco era Fabiano Belcecchi

Preziosa la vicinanza del Comune di Jesi all’epoca guidato dal sindaco Fabiano Belcecchi.

«Era venuto con noi in Bielorussia per inaugurare le ambulanze: ricordo con molto piecere quella giornata. All’epoca il Comune ci era vicino, oggi portiamo avanti queste iniziative da soli ma non ci arrendiamo».

L’ultimo intervento ha riguardato gli infissi nella scuola

La radioattività in alcune zone è ancora molto presente: «Sono passati 35 anni da “quell’incidente” che ha semi distrutto salute ed economia della regione di Gomel, in Bielorussia.

Molto c’è ancora da fare, purtroppo quel ticchettio impressionante del contatore Geiger sarà attivo per i prossimi 30.000 anni! Chi lo desidera ci può aiutare contattando il circolo Legambiente Azzaruolo di Jesi», conclude Russo.

Eleonora Dottori

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche