Connect with us

Cronaca

JESI / L’inno suonato dai medici contro il coronavirus (video)

Alla tromba il primario di Nefrologia e Dialisi del “Carlo Urbani” Stefano Santarelli, sulle note de “Il mio canto libero” per dare speranza ed esortare a rimanere a casa

JESI, 22 marzo 2020 – La Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche (Fism) ha ideato un video musicale realizzato da medici di tutta Italia e rivolto alla cittadinanza per infondere speranza ed esortare a rimanere a casa.

«In un mondo che fa paura ormai, noi ti aiuteremo»: così si apre la canzone, riscritta da Mogol sulle note de Il mio canto libero cantata da Battisti.

Andreoli immobiliare 01-07-20

Nonostante il difficile periodo e i turni estenuanti a cui il personale medico-sanitario è costretto dall’emergenza coronavirus, i medici hanno trovato del tempo per preparare la canzone e suonare tutti insieme a distanza.

Tra questi, coinvolto anche il primario di Nefrologia e Dialisi del Carlo Urbani di Jesi Stefano Santarelli, che risiede a Castelbellino.

Stefano Santarelli

«Adesso resta a casa, esci solo per la spesa». Il piccolo sacrificio – invero un gesto di responsabilità – che ci è richiesto è l’unica strada percorribile per fermare il contagio.

Ce la faremo, domani sarà un altro giorno: questi i messaggi che i medici hanno voluto mandare a una cittadinanza bisognosa di rassicurazioni davanti a tante notizie negative e sconfortanti.

Ma il messaggio più importante è quello ribadito dagli hashtag finali: #iorestoincorsia, #turestaacasa.

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  


Meteo Marche