Connect with us

Attualità

JESI / Lions, progetto “Kairòs” per educare alle differenze

Dalle scuole primarie alle superiori per costruire una società migliore che valorizzi la diversità come ricchezza

JESI, 25 aprile 2021 – Continua la scommessa sui giovani del Lions. Venerdì sera il club jesino ha presentato il progetto Kairòs, che porta le diversità” nelle scuole esaltandole come risorsa e opportunità per crescere e migliorare se stessi.

Ad aprire la presentazione, il presidente del club, Roberto Puppato, che ha ricordato come la diversità nella storia dell’uomo abbia portato ai vari olocausti «che resteranno per sempre incollati alla coscienza umana». Diversità che invece non è che una ricchezza.

Kairòs è un progetto culturale che nasce nel 2009 da un’idea di un ragazzo disabile del Lions di Schio (Vicenza). Rivolto inizialmente alle scuole medie, è stato esteso alle primarie e superiori e ora è pronto anche ad allargarsi alla scuola materna, supportato anche dai Leo – i Lions dai 12 ai 30 anni.

«È un progetto di integrazione al contrario: nel caso della disabilità, ci rivolgiamo ai presunti normodotati per insegnare loro a rapportarsi a persone che abbiano difficoltà o diversità di qualche tipo», ha spiegato Emanuela Candia, cerimoniera del club veneto.

Emanuela Candia

Ma le diversità promosse dal Lions sono molteplici: da quelle religiose a quelle etniche e culturali, passando per quelle di genere e quelle di orientamento sessuale e quelle più semplicemente caratteriali e di inclinazioni.

Sono ormai 60 mila i bambini e ragazzi coinvolti in 14 regioni italiane, divisi in più di 200 istituti scolastici

Manuali per gli insegnanti e libretti per gli studenti è il kit che basta per promuovere Kairòs. Che per questo ha riscosso un grande successo anche in questi anni di didattica a distanza.

«Insegniamo ai bambini attraverso una favola che ognuno ha le proprie abilità e i propri punti di forza da sviluppare, così come le proprie debolezze da accettare – ha concluso Emanuela Candia –. Uno degli scopi del Lions è trasmettere valori, solo così possiamo avere la speranza di costruire una società migliore con più collaborazione, pace, responsabilità e impegno sociale».

Ospiti della serata, oltre all’assessora Marialuisa Quaglieri, il dirigente dell’Iis Galilei, Luigi Frati, e la docente di Diritto ed Economia del Liceo economico sociale, Nadia Serafini.

Nadia Serafini

«Un progetto che mi ha subito incuriosito e che vorrei riproporre anche il prossimo anno – ha detto –. Non limitiamoci ad accettare la diversità, ma valorizziamola come ricchezza: spero di essere riuscita a trasmettere questo principio ai ragazzi».

L’Iis Galilei ha già aderito al progetto Martina per la prevenzione dei tumori e all’educazione finanziaria promossa dall’associazione.

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a leggere
Lascia un commento
0 0 voti
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments


Meteo Marche

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x