Connect with us

Cronaca

JESI / MALTEMPO, COC AL LAVORO: LE STRADE CHIUSE VERSO LA RIAPERTURA

Unico dubbio per via Campolungo: l’albero che era caduto è stato rimosso ma c’è un buco sulla via che va chiuso per garantire la sicurezza. Il blackout in alcune zone continua: due squadre dell’Enel all’opera

JESI, 10 luglio 2019 – Al Centro Operativo ComunaleCoc – installato presso il Comando della Polizia Locale (foto in primo piano) si lavora da ieri, da quando le prime avvisaglie della tempesta che poi si è scatenata anche sulla città, intorno alle 18, ha messo im moto la macchina operativa per far fronte alle diverse richieste di emergenza.

All’opera personale dell’Area Servizi Tecnici e di quattro ditte private e gli agenti della Municipale, in raccordo con Vigili del Fuoco – che stanno lavorando ininterrottamente con il raddoppio del personale. In provincia da inizio emergenza alle 17.30 di stasera hanno effettuato 240 interventi in coda 178  volontari della Protezione Civile e forze dell’ordine, tutti impegnati sin da ieri.

L’allentarsi della cattiva morsa, comunque, nonostante la pioggia battente di questa mattina intorno alle 11, con altri rovesci meno intensi alle 15 – ma non accompagnata, fortunatamente, dal vento, che avrebbe inferto ancora danni – sta facendo procedere più velocemente i vari interventi sul territorio, che sono stati decine.

IMG-20190710-WA0032 20190710_111225 20190710_121647 20190710_160945 IMG-20190710-WA0020 IMG-20190710-WA0029 IMG-20190710-WA0028
<
>
Durante la pioggia di ieri in viale della Vittoria

«Entro stasera – comunica il comandante della Polizia Locale, Cristian Lupidi le strade, invase da alberi e rami schiantatisi al suolo, che erano state chiuse, saranno quasi tutte riaperte (leggi l’articolo) via De Amicis, via del Burrone, via Mestica, riportando a condizioni normali la situazione viaria. Le altre vie sono tutte percorribili a parte qualche restringimento di carreggiata. L’unico dubbio permane per via Campolungo in quanto l’albero che si era abbattuto al suolo è stato rimosso ma è rimasto un buco che rende insicura la circolazione. Stiamo valutando i tempi di intervento. Al massimo domattina si provvederà a ristabilire le condizioni di sicurezza. Anche per via Gangalia ci sono ancora ramaglie a terra».

Un restringimento di carreggiata, ad esempio, è in viale del Lavoro, direziome centro, all’altezza dell’intersezione semaforica con via San Giuseppe, dove la caduta di una tettoia da una palazzina di tre piani ha sparso frammenti per una trentina di metri lungo tutto il marciapiede, impraticabile e transennato. (leggi l’articolo)

«Ho informato della situazione la Prefettura questa mattina e nel contempo – specifica ancora il comandante – sono in contatto con l’ing. Lombardi, responsabile Enel della zona di Jesi che mi ha informato come ci siano due squadre al lavoro per le zone dove manca l’elettricità e in più altre quattro squadre di rinforzo, per le province di Ancona e Macerata, sono giunte dall’Emilia Romagna e dall’Abruzzo».

Le zone dove da ieri manca l’erogazione di energia elettrica sono quelle di via San Marcello, via Calabria, via la Larga e via Montelatiere: in alcuni casi la corrente è arrivata ma poi è mancata di nuovo. Al momento la situazione resta come era, ma si sta lavorando per cercare di ristabilire al più presto l’erogazione.

Situazione del verde: sono tanti gli alberi  dai quali si sono distaccati rami anche di grosse dimensioni, che si sono abbattuti al suolo o che sono pericolanti. Ci sarà molto lavoro da fare.

(p.n.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Meteo Marche