Connect with us

Cronaca

JESI / Movida e coprifuoco: il fine settimana di restrizioni

Il nuovo Dpcm impone ancora sacrifici per locali, bar e ristoranti

JESI, 20 ottobre 2020 – Il nuovo Dpcm illustrato domenica sera dalla diretta del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte prevede, in particolare, restrizioni nell’ambito della movida.

Si lascia margine di autonomia anche ai Sindaci, che possono decidere di chiudere vie o piazze dopo le 21, e si stabilisce un coprifuoco per i locali: bar, pub, ristoranti, pasticcerie e gelaterie che devono chiudere i battenti a mezzanotte.

Andreoli immobiliare 01-07-20

«Il coprifuoco delle 24 è un grosso colpo per il lavoro del fine settimana – ha detto Ali Ibrahim, titolare del ristorante Dejavu -. Imporre orari del genere non ha molto senso, a questo punto forse sarebbe stato più utile chiudere del tutto per due settimane».

Il punto più critico è il centro storico, dove si concentra il cuore della vita notturna del week end.

Sabato sera le forze dell’ordine hanno rovesciato le panchine dei locali, davanti ai quali era vietato stazionare dalle 21, per scongiurare assembramenti.

Ora il coprifuoco contrae ulteriormente gli orari: i locali possono servire soltanto clienti seduti ai tavoli (di massimo 6 persone) dalle 18 in poi, segnalando all’ingresso il numero massimo di persone ammesse.

«Il fine settimana appena passato è andato bene, ma con le nuove restrizioni forse diminuirà l’affluenza – ci ha detto Sonia Cellottini del Caffè Imperiale -. Sabato scorso c’erano molte forze dell’ordine che dalle 21 controllavano che le norme fossero rispettate. A mezzanotte in punto abbiamo chiuso, ma in giro c’erano comunque diversi gruppetti di persone».

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.