Connect with us

Attualità

JESI / MUSEO DIOCESANO: DOPO ALBERTO ANGELA IL “FURTO A PALAZZO RIPANTI”

Chiusura in grande stile della stagione estiva: stasera ultimo appuntamento con un gioco che coinvolge anche i più piccoli

JESI, 30 agosto 2019 – Dopo la “presenza” di Alberto Angela durante la visita guidata di ieri sera, il Diocesano chiude la propria stagione estiva con l’ultimo Furto a Palazzo Ripanti.

A ingresso libero come ogni iniziativa del Museo, ieri dalle 21.30 si è svolta la consueta visita guidata serale a cura di Carla Marinelli. Giocando sul successo delle Grotte di Frasassi anche grazie alla presenza – fisica – di Alberto Angela, il Diocesano ha deciso di omaggiare le prime dieci persone presenti alla serata con una maschera cartonata del famoso divulgatore.

Katia Buratti e Sara Tassi, operatrici del Museo Diocesano, in una delle sale con le “maschere”

Un’idea ilare concepita anche grazie al contributo dei due ragazzi del Servizio Civile Mattia Pompozzi e Nicola Marasca che da febbraio stanno curando la promozione delle iniziative.

Stasera invece sarà l’ultimo venerdì del gioco investigativo Furto a Palazzo Ripanti, concepito su misura per ragazzi e bambini in quanto target ingiustamente sottovalutato dalle iniziative culturali e museali in genere.

Si tratta di un gioco basato su quattro percorsi con relativi livelli di difficoltà in cui ogni visitatore, nei panni di un investigatore, è chiamato a risolvere alcuni misteri presenti nel Palazzo.
La guida è un innovativo fumetto in cui alcuni personaggi svelano indizi e curiosità e pongono interrogativi a cui rispondere proseguendo il percorso.
A fine gioco i piccoli (e meno piccoli) investigatori possono farsi scattare foto ricordo dietro alle sagome dei personaggi che li hanno accompagnati durante il percorso: una semplice idea che permette al contempo di tutelare la privacy dei visitatori più giovani.

Elisa Ortolani

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   


Meteo Marche