Connect with us

Cronaca

JESI / Musulmani in preghiera collettiva al campo di calcio del Boario

In 600 al “Paolo Pirani” in occasione dell’Eid al Adha, la festa del sacrificio

JESI, 31 luglio 2020 –  Più di 600 fedeli musulmani stamattina si sono ritrovati in preghiera collettiva all’interno del campo di calcio Paolo Pirani, al Boario, nella struttura della Junior Jesina e della scuola calcio Roberto Mancini.

Si celebra oggi, infatti, l’Eid al Adha, la festa del sacrificio, «giorno speciale entrato nella storia dell’umanità con il sacrificio della pecora inviata da Dio al profeta Abramo in modo che non sacrificasse il suo figlio».

20200731_081246 20200731_090026 20200731_082124 20200731_081924 20200731_081851 20200731_081811 20200731_082013 20200731_082056 20200731_081657 20200731_081854 20200731_081858 20200731_083317 20200731_083629 20200731_083931 20200731_083704 IMG-20200731-WA0013 20200731_084759 IMG-20200731-WA0025
<
>
Kazi Fokhrul, consigliere aggiunto

La preghiera, condotta dall’imam Shaaban, ha preso ufficialmente il via alle 8 – anche se i preparativi sono iniziati più di un’ora prima e c’è stato anche il saluto dell’assessora Marialuisa Quaglieri e del consigliere comunale Tommaso Cioncolini, presente pure il consigliere aggiunto Kazi Fokhrul – ed è terminata dopo una mezz’ora.

Tutto si è svolto nel rispetto delle normative anticovid come la misurazione della temperatura corporea e il lavaggio delle mani, all’ingresso, per poi procedere al deflusso in otezione Civile rdine, per file, grazie all’intervento dei volontari Protezione Civile del Cb-Om del presidente Egidio Angelini e quelli del centro culturale islamico Al Huda e dell’associazione At Takwa. Tutti coordinati da Wahbi Youssef. Servizio di vigilanza assicurato, comunque, anche dalle forze dell’ordine.

Soddisfazione per la riuscita di questo appuntamento anche da parte di Marco Cerioni, direttore generale della scuola calcio Jiunior Jesina, che ha messo a disposizione il campo per celebrare la festa in sicurezza su richiesta dello stesso Wahbi Youssef ed El Anouar El Miloudi, presidente del centro Al Huda.

«La mattinata di oggi – ha sottolineato il dirigente – rappresenta lo spirito che vogliamo veicolare attraverso il calcio: essere aperti al territorio e a tutta la comunità che lo abita, perché collaborare insieme significa crescere».

(p.n.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Condividi
  •   
  •  
  •  
  •  
  •   
Continua a leggere
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

parafarmacia gocce di salute


Meteo Marche

Copyright © 2018 - Tutti i diritti riservati Associazione Culturale Massa Actii - via Roma, 18 - Cupramontana (An) Italy - P.IVA 02573660426 - tel. +39 0731 789023 - Registrazione c/o Tribunale di Ancona n° 1/13 del 14/01/2013 - Direttore Responsabile Oddino Giampaoletti.