Connect with us

Attualità

JESI / NUOVO DÉPLIANT: IL SUGGESTIVO ITINERARIO DELLE ABBAZIE SULL’ESINO

Realizzato dai giovani del servizio civile universale in forza al Comune nell’ambito del progetto “Jesi in progress: costruiamo il futuro”

JESI, 28 agosto 2019 – Avete voglia di inziare, magari stando comodamente seduti all’ombra, un bel viaggio lungo le sponde del fiume Esino verso le antiche abbazie del nostro territorio?

Presto fatto, c’è un nuovo dépliant a disposizione con il quale dal teorico si potrà passare al pratico, avviandosi a percorrere – guida alla mano – un suggestivo itinerario che porterà alla scoperta di meravigliose chiese medievali che, tra l’altro, stanno proprio dietro l’uscio di casa. E molte volte c’è chi neanche lo sa…

Gli autori sono i giovani del servizio civile universale in forza al Comune – per un anno – dal gennaio scorso: Agnese Cerioni, 24enne jesina, laureata a Camerino in disegno industriale ambientale, Enrico Libani, 27 anni di Jesi, laureato in archeologia e culture del mondo antico (Alma Mater Sudiorum, Bologna), Costanza Maria Possanzini, 26 anni di Jesi, laureata in scenografia teatrale (Accademia di Belle Arti di Urbino), Giada Zannotti, 25 anni di Castelplanio, laureata in progettazione e gestione dei sistemi turistici (Università di Trento).

È  frutto del progetto “Jesi in progress: costruiamo il futuro” volto a valorizzare Jesi e il territorio circostante come destinazione turistica, promuovendo la collaborazione tra i vari Comuni. Le Marche sono una delle regioni che ospitano il più alto numero di abbazie. Un invito, dunque, a visitarle, seguendo il corso del fiume Esino, e a scoprirle, incastonate in un paesaggio rurale che rispecchia il carattere più autentico dell’entroterra marchigiano.

Sono nove quelle indicate – con richiami anche alle altre che si trovano nei dintorni – con un itinerario che si snoda dall’abbazia di Santa Maria in Castagnola per proseguire verso le chiese di San Marco e di San Nicolò, le abbazie di Santa Maria del Piano, Santa Maria delle Moie, Sant’Elena, San Vittore alle Chiuse, eremo di Santa Maria Infra Saxa, abbazia di Sant’Urbano.

In due versioni, italiano e in inglese, il dépliant è disponibile all’Ufficio Turismo in Piazza della Repubblica e nei vari musei della città. Riforniti anche i punti Iat della provincia di Ancona.
Pino Nardella
©RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
  •   
  •  
  •  
  •   

Granpanda 03-04-20


Meteo Marche