Connect with us

Cronaca

JESI / Ospedale, passato il covid restano «i soliti annosi problemi»

Pasquale Liguori, responsabile del Tribunale per i diritti del Malato, riceve segnalazioni su zanzare, impianti di climatizzazione rotti e attese bibliche al pronto soccorso

JESI, 26 giugno 2021 – «Superato il covid, l’ospedale “Carlo Urbani” torna a vivere con i soliti annosi problemi»: Pasquale Liguori (foto in primo piano), responsabile del Tribunale per i diritti del malato, riceve segnalazioni sulle questioni ormai note che riguardano l‘ospedale jesino.

Ospedale Carlo Urbani Jesi

I climatizzatori nei piani superiori «non funzionano e questo è un problema serio per i ricoverati in reparti come la Broncopneumologia – spiega -. Proprio in queste ultim ore ho contattato il nuovo responsabile che mi ha assicurato di provvedere al reperimento di impianti mobili così da essere usati al bisogno. La riparazione degli impianti non sarà veloce anche perché mai hanno funzionato bene. Va detto però che la situazione in ospedale è sempre questa: sono passati talmente tanti anni che me ne vergogno».

Andreoli immobiliare 01-07-20

Tornate, infatti, anche le zanzare: «L’ospedale è nuovo, ha avuto sin da subito dei problemi ma vogliamo risolverli o no? Diamo alle persone almeno una degenza dignitosa: nei piani più bassi ci sono le zanzare, avevamo chiesto interventi ma mai nulla è stato fatto. Si aprono le finestre perché è caldo ma poi entrano le zanzare. Altro problema in attesa di soluzione, da anni, è quello dei parcheggi».

Tra le segnalazioni che pervengono al Tribunale ci sono anche le attese al pronto soccorso.

«Come avevamo già denunciato i medici del pronto soccorso si ridurranno di numero passando da quindici a dieci: nel pomeriggio ci sono due dottori, non possono fare i miracoli. Intanto le persone attendono anche 12 ore».

La cosa più grave, secondo Liguori, è il silenzio delle istituzioni cittadine: «Più volte i problemi sono stati evidenziati ma niente, non una parola, tutto tace: questo è molto grave».

(e.d.)      

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
 
 


Meteo Marche