Connect with us

Eventi & Cultura

JESI / Piazza delle Monachette magica, ma il maltempo annulla il recital di Placido

Sul palco dell’Hemingway Theatre splendida performance di Greg Rega e i suoi musicisti, l’atteso appuntamento di stasera paga pegno al meteo

JESI, 17 luglio 2021 – C’è uno scrigno magico al centro di Jesi, Piazza delle Monachette, e una gemma preziosa, la performance di Greg Rega che canta Pino Daniele e il Napolitan Power sull’intuizione di Davide Zannotti, impareggiabile, fantasioso e fantastico padrone di casa dell’Hemingway Cafè.

Zannotti, per l’ottavo anno consecutivo, ha avuto il coraggio e un briciolo di sana pazzia di riproporre il suo Hemingway Theatre, una rassegna di musica, teatro, affabulazioni e sogni in una città che prima il Covid e poi la calura estiva hanno reso quasi deserta nelle ore serali.

Eppure Zannotti ci crede e ci ha creduto, anche se in pochi lo hanno aiutato e in tanti mettono i bastoni tra le ruote, tra burocrazia, richieste assurde, rischi finanziari da non sottovalutare. Ma Davide ci crede e crede nella cultura e nella bellezza e la bellezza, l’altra sera in piazza delle Monachette, ha preso la forma e il timbro vocale di un ragazzotto di 24 anni, Greg Rega, e di una band di grandi, stupendi musicisti: Daniele Scannapieco al sax, Leo Caligiuri al piano e al moog, Diego Imparato al basso e Francesco Varchetta alla batteria.

La voce di Rega ha tratteggiato opere d’arte e meraviglie così come i musicisti che lo hanno accompagnato, rendendo omaggio all’indimenticabile Pino Daniele ma anche a brani più o meno celebri di De Crescenzo, degli Showman, di James Senese, dei Napoli Centrale.

Una serata bella, suggestiva che ha acceso stelle e ha confermato come Davide Zannotti sia lungimirante e pieno di talento (non solo come anfitrione e barman) e avrebbe bisogno di ulteriori supporti.

Non può certo rischiare in solitudine e infatti il recital dantesco di Michele Placido in programma questa sera è stato annullato: troppo alti i rischi legati al maltempo e il timore di dover rimborsare l’attore in caso di mancato spettacolo.

Poco male: ci saranno altre serate, altre suggestioni, altri sogni, finché Davide Zannotti crederà ancora nella bellezza e nella magia della poesia.

Gianluca Fenucci

(foto in primo piano, Davide Zannotti con Greg Rega e i musicisti dello spettacolo all’Hemingway Theatre)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi